Torino e il nuovo Filadelfia di nuovo insieme. Oggi la presentazione

Pubblicato il autore: Antonio Chiera Segui

lavori fila

Torino e il nuovo Filadelfia di nuovo insieme.

Si sono “intavolati” i lavori per la costruzione del nuovo Filadelfia, che accoglierà gli allenamenti del Torino e le gare ufficiali della Primavera

Tra Europa dei piccoli (primavera) e campionato , i tifosi del Torino sono finalmente tornati alla ribalta. Lo Stadio Olimpico scalpita di passione quasi come il vecchio Filadelfia, dove il grande Torino ha fatto la storia del calcio non solo italiano con gli innumerevoli successi.

LA DEMOLIZIONE DEL FILADELFIA

Lo stadio è stato demolito nel 1997, ma da oggi è realtà. Sono partiti i lavori per l’opera architettonica del nuovo Filadelfia che ospiterà gli allenamenti del Torino prima squadra e le gare ufficiali della Primavera.

IL COSTO DELL’OPERA FILADELFIA

Il progetto costerà 8 milioni di euro, spesa che verrò suddivisa tra Comune, Regione e Fondazione Mamma Cairo.

COSA PREVEDE L’OPERA FILADELFIA

Saranno messi in opera due campi, uno più piccolo in sintetico e l’altro regolamentare come l’attuale stadio Olimpico con tribuna coperta da 2.000 posti.

IL NUOVO FILADELFIA

Il nuovo Filadelfia ospiterà anche uffici e la sede del club. I lavori inizieranno il prossimo 17 ottobre con la sistemazione della prima pietra. Il filadelfia dunque prenderà forma 89 anni dopo l’inaugurazione del vecchio impianto, mentre la fine dei lavori è prevista per dicembre 2016.

Questo il comunicato del Torinofc.it

Ora ci siamo: il progetto di ricostruzione dello stadio Filadelfia è realtà. L’inizio dei lavori è previsto per sabato 17 ottobre 2015 e l’inaugurazione dello stadio avverrà nel 2016. Lo ha annunciato oggi Cesare Salvadori, Presidente della Fondazione Stadio Filadelfia, nella conferenza stampa che ha illustrato i tempi di riedificazione della casa del Toro. “Il 17 ottobre, alle ore 11.30, ci sarà il primo colpo di piccone. E’ una data simbolo, perché il Filadelfia fu inaugurato 89 anni fa proprio in quel giorno. E la nostra speranza è di restituirlo al Toro e alla sua gente il 17 ottobre 2016″, ha esordito Salvadori. Che poi con mirabile sintesi ha riassunto le tappe del suo apprezzatissimo lavoro: “La Fondazione ha cementato attorno a questo progetto le volontà del Comune di Torino, della Regione Piemonte, del Torino Football Club e di molte associazioni di tifosi: l’unione è stata determinante, così come decisiva l’accelerazione che tutti abbiamo impresso negli ultimi tempi”. Poi il Presidente Salvadori ha speso altri ringraziamenti “per i tanti volontari che ci hanno dato un importantissimo contributo e per la Fondazione Mamma Cairo che ci ha regalato il progetto preliminare: questo ci ha permesso di partire subito con il bando di gara”. Infine una commovente dedica: “Oggi non è qui con noi, è una grande tristezza per tutti, ma è impossibile non pensare a don Aldo Rabino, il Presidente onorario della Fondazione Filadelfia. Lo ricordiamo con affetto e gratitudine, in questi anni anche per noi è stato un fondamentale elemento di equilibrio”.

Il Presidente Salvadori ha poi spiegato che il nuovo Filadelfia sarà moderno e, nello stesso tempo, fedele all’originale. Il progetto prevede la realizzazione di due campi. Quello principale con manto d’erba naturale e dalle identiche dimensioni dello stadio Olimpico di Torino. Il secondo leggermente più piccolo, con superficie d’erba mista tra naturale e sintetica. Il nuovo impianto avrà una capienza di 4.000 posti, di cui la metà nella tribuna coperta. “Tornerà a essere la casa del Toro – ha chiosato Salvadori -. Sarà il punto di riferimento per la Società, i tifosi e chiunque voglia bene al Toro. Ci sarà posto anche per la Foresteria: i nostri giovani calciatori potranno vivere, studiare e giocare al Fila”. Applausi convinti e parola agli altri protagonisti della conferenza stampa.

Leggi anche:  Stipendi, rischiano 5 club. Penalizzazioni in vista!

Giancarlo Bonetto, Presidente del Collegio dei Fondatori, ha fatto vibrare le corde del sentimento: “Quando siamo partiti, ci guardavano come marziani. Non ce la farete mai, dicevano. E invece eccoci qui, il nuovo Fila si farà! Pertanto grazie a tutte le persone di buona volontà che ci hanno permesso di superare ogni ostacolo”.

In rappresentanza del Torino FC è intervenuto il Direttore generale, Antonio Comi. Dopo aver portato i saluti del Presidente Cairo e del dottor Ferrauto (membro del Consiglio di Amministrazione del Torino e con il medesimo incarico anche nella Fondazione Stadio Filadelfia), Comi ha coinvolto tutti i presenti con un emozionante amarcord: “La prima volta che ho varcato il cancello del Filadelfia è stata nel marzo del 1975. Quarant’anni fa, eppure mi sembra ieri. Il Torino mi aveva notato in un’amichevole che la mia squadra, il Cusano Milanino, aveva vinto 6-0. Curiosamente i gol li avevo segnati tutti io… Per svolgere il provino al Toro era stata organizzata un’amichevole. Il ricordo, arrivando al Fila, è indelebile. No, non eravamo in uno stadio: eravamo entrati in un tempio. Si respirava la storia, lo percepiva anche un bambino di undici anni come me. Come finì quell’amichevole? 4-2 per il Cusano, con due gol miei. Prima ancora di sentirmelo dire dai dirigenti, avevo già capito tutto: sì, sono del Toro! Un’emozione fortissima. La stessa che provo adesso sapendo che a breve inizieranno i lavori di ricostruzione del Fila”.

Sipario con Domenico Beccaria, Presidente del Museo del Grande Torino e della Leggenda Granata: “Questa è la vittoria dei tifosi del Toro. Grazie a un generoso sponsor, la Technikabel, abbiamo donato alla Fondazione il progetto municipale definitivo del secondo lotto del nuovo Filadelfia, quello riguardante la parte museale. Ciò di permetterà di attivarci subito al fine di reperire fondi per la costruzione attraverso sponsor e fondazioni bancarie”.

Leggi anche:  Inter, minacce dai tifosi: "La maglia che indossi va onorata"

Per tutti i tifosi granata e per gli appassionati sportivi, perché il Filadelfia è vanto e orgoglio nazionale, appuntamento dunque a sabato 17 ottobre, alle 11.30.

Finalmente ci siamo: il progetto di ricostruzione dello stadio Filadelfia è realtà.

 

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: