Zenga: “Pensare che oggi sia sempre il nostro giorno”

Pubblicato il autore: Roberto Minichiello

zenga roma

Consueto appuntamento per Walter Zenga con la stampa nella conferenza prepartita di Sampdoria Roma. Dopo la sconfitta esterna a Torino dove la Sampdoria non ha espresso il gioco che ha dimostrato nelle ultime uscite. E soprattutto le critiche che sono piovute sulla testa del mister della Sampdoria Walter Zenga. “Se vinci in Italia ti dicono che hai fatto poco, se perdi che hai sbagliato. C’è sempre l’idea di pensare in maniera negativa.” Ottimismo è la parola d’ordine per affrontare la Roma di Garcia che viene da un mezzo passo falso contro il Sassuolo. “Come tutte le volte che si affronta il turno settimanale, a me non dà fastidio giocare 3 partite in una settimana, indipendentemente dal risultato. Affrontiamo una squadra tra le più forti, una delle pretendenti allo scudetto, e dovremo avere la massima concentrazione.” Questione turnover, Zenga chiosa sul discorso: “Se lo fai e vinci sei bravo, se lo fai e perdi sbagli; per cui alla fine è sempre una questione di vincere o perdere. Io credo che se una squadra sta bene e un ragazzo ha trent’anni può giocare quanto vuole, l’unica cosa di cui tenere conto in più è il fattore psico-fisico. Domani giocheremo a viso aperto. In tutti i miei precedenti contro la Roma ci sono stati molti gol. Noi però pensiamo positivo: l’oggi è sempre il nostro giorno migliore.”

Leggi anche:  Juventus, Moggi: "De Ligt va ceduto, ecco chi prenderei con 70 milioni"

Ancora sulla partita che la Sampdoria affronterà a Marassi contro la Roma e sarà una partita a viso aperto. “Dipende se accettiamo il concetto di giocare a viso aperto e vedere una partita con tanti gol… io lo accetto. I miei precedenti con la Roma sono sempre stati molto aperti, con tanti gol. Poi magari vediamo come va. Ci sono ancora 33 partite, il campionato è lungo. Il Torino per esempio ha dimostrato che con un allenatore che è lì da 4 anni ha formato un gruppo maturo. Io ho sempre detto che la Samp per me è un punto di arrivo, e ci tengo a fare bene qui.”

Intanto la squadra ha continuato la preparazione in vista del turno infrasettimanale, la Sampdoria guidata da Walter Zenga è salita sul campo superiore, dedicandosi prima ad un riscaldamento, quindi ad esercizi di attivazione con la palla e pure ad alcune situazioni di sviluppo del possesso. Per finire la banda blucerchiata è stata impegnata in una partitina. Assente Christian Puggioni (in permesso doveva sostenere un esame universitario), mentre Mattia Cassani e Lorenzo De Silvestri continuano i rispettivi programmi di recupero. Domani, mercoledì, il gruppo si ritroverà in mattinata per una seduta a porte chiuse e il ritiro pre-gara.

  •   
  •  
  •  
  •