Ancelotti: “Io all’Inter? Non posso andare contro la mia storia”

Pubblicato il autore: Gianfranco Mairone Segui

ancelotti2
Un anno sabbatico per via di una operazione chirurgica da sostenere e anche la voglia di staccare un pò dalla panca del campo di gioco per Carlo Ancelotti. In una intervista rilasciata ai microfoni di goal.com il tecnico di Reggiolo parla della possibilità di tornare in una squadra in cui ha già lavorato: “Ho avuto la fortuna di essermi trovato bene dovunque abbia allenato. Per questa ragione, non posso affermare che non tornerei in un club che ho già allenato. Senza dubbio tornerei al Milan, così come tornerei al PSG. A prescindere da come sono terminate, sono state esperienze di cui conservo grandi ricordi”. Poi parla del corteggiamento rossonero di metà estate: “Quando ho lasciato il Real Madrid, ci sono stati dei contatti con Galliani. E’ stato 4 giorni a Madrid, ma io avevo in programma questa operazione. Sarei rimasto fuori per quattro mesi e non sarei stato in grado di svolgere il lavoro 100%. Così, anche se mi è dispiaciuto un po’, ho pensato fosse la cosa giusta da fare e il Milan ha capito la mia posizione”. Per finire scarta qualsiasi possibilità di finire sulla panchina dell’Inter:  “Non potrei mai allenare l’Inter, perchè sono stato troppi anni al Milan. E’ una questione di rispetto verso la mia storia e la storia del club che ho allenato. Ci sono così tante squadre che devo evitare. Non posso andare contro la mia storia”.

Leggi anche:  L'Inter riscopre Eriksen: Conte vuole blindarlo
  •   
  •  
  •  
  •