Azerbaigian – Italia. Tabellino e pagelle degli Azzurri

Pubblicato il autore: Sergio Campofiorito Segui
I festeggiamenti dopo il gol di El Shaarawy

I festeggiamenti dopo il gol di El Shaarawy

AZERBAIGIAN 1  ITALIA  3

AZERBAIGIAN (4-5-1). Kamran Aghayev, Badavi Huseynov, Dasdamirov, Medvedev, Sadiqov, Amirguliyev, Ismayilov (90’ Mirzabayov), Eddy (66’ Sadiqov), Nazarov, Garayev, Ruslan Qurbanov (74’ Erat).
A disposizione: Mammadov, Pashaev, Jafarov, Abisov, Hajiyev, Elvin Mammadov, Nazirov, Quliyev.
Allenatore: Prosinecki
ITALIA (4-3-3). Buffon, Chiellini, Darmian, Bonucci, De Sciglio, El Shaarawy (74’ Florenzi), Verratti, Candreva (88’ Montolivo), Parolo, Eder (78’ Giovinco), Pellè.
A disposizione: Sirigu, Padelli, Barzagli, Soriano, Bertolacci, Bonaventura, Zaza, Quagliarella.
Allenatore: Conte
ARBITRO: Collum William (SCO)
MARCATORI: 11’ Eder (I), 31’ Nazarov (A), 43’ El Shaarawy (I), 64’ Darmian (I).
AMMONITI: 93’ Medvedev (A)
ESPULSI: 87’ Huseynov (A) per chiara occasione da rete.

BUFFON 6. Prende pioggia, vento ed anche un gol. Niente per cui debba chiedere scusa.
DARMIAN 6.5. Marcia al ritmo del piffero di Conte, quando prova a far da sé arriva il primo gol con la Nazionale.
CHIELLINI 5.5. Con Bonucci forma una coppia di fatto in attesa di regolarizzazione, sul liscio dell’1-1 si odono gli effetti sonori della Gialappa’s.
BONUCCI 5. Serve a Nazarov il pallone del momentaneo pareggio e scarabocchia tanti, troppi lanci.
DE SCIGLIO 6. Le sue zolle restano verginee, così come quelle del suo dirimpettaio. La media restituisce un 6.
PAROLO 6.5. Calamita palloni sulla mediana, alza la testa e li smista, se non con saggezza almeno con discernimento.
VERRATTI 7. Si prende il ruolo dell’acciaccato Pirlo, nessuno nota la differenza nel lancio dell’1-0. Più architetto che geometra, ecco l’Italia che Verrà – tti.
CANDREVA 7. Elogio dell’altruismo, si sfianca nella doppia fase ed offre sempre una leva sul quale poggiare la squadra. Sul tabellino c’è scritto El Shaarawy, si legge Candreva.
EDER 7.5. Ispira e si eclissa, poi illumina e si rabbuia, infine meraviglia e sparisce. Intanto ci mette dentro un gol, un quasi gol ed un paio di assist. Corrente alternata, ma ad altissimo voltaggio.
PELLE’ 6.5. Il vecchio pivot del basket, fa a sportellate e crea sponde. Prova anche il tiro, giusto per ricordarsi che è il centravanti della Nazionale.
EL SHAARAWY 7. La solita giocata (conversione in dribbling da sinistra) l’hanno capita anche le suore di clausura, ma fin quando sfuria lungo i cento metri della fascia Conte se lo coccola. Il gol è facile facile, esserci non tanto.
GIOVINCO 6.5 L’arbitro è scozzese anche nei cartellini, poi entra la formica atomica e causa un rosso ed un giallo. Colpisce una traversa che desta i sismografi.
FLORENZI S.V.
MONTOLIVO S.V.
CONTE 6.5. L’Azerbaigian compie errori di grammatica calcistica anche quando pensa, lui ne approfitta mettendo in saccoccia il primo obiettivo della propria gestione.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Pagelle Juventus - Bologna 2-0: centrocampo rivitalizzato, il Bologna fa troppo poco
Tags: