Bologna, Donadoni: “Ci sono tutte le possibilità per uscire dalla difficile situazione di classifica”

Pubblicato il autore: Gianfranco Mairone Segui

donadoni

Giorno di presentazione in casa Bologna del nuovo tecnico Roberto Donadoni chiamato a risollevare il club emiliano dai bassi fondi della Serie A. Il Responsabile dell’Area Tecnica Pantaleo Corvino ha presentato oggi il nuovo allenatore Roberto Donadoni alla stampa: “Un cambio di guida tecnica nasce da una mancanza di risultati, e me ne assumo la responsabilità in quanto dirigo l’Area Tecnica. Rivolgo un pensiero affettuoso a Delio Rossi e al suo staff e dò il benvenuto con grande piacere a Roberto”.

Le prime parole rossoblù di Mister Donadoni: “Ricomincio da dove avevo finito, dall’Emilia Romagna, terra di gente seria, operosa e di grande cultura. Oggi ho svolto il primo allenamento e ho avuto modo di conoscere i ragazzi, ora voglio vivere questa squadra sulla mia pelle. Il Bologna è fra le squadre più giovani della Serie A. Questa città merita la massima serie e dovremo conquistarci ogni punto con tutte le energie e gli sforzi possibili: ho giocatori bravi, di qualità, da questi giovani si riesce a tirare fuori qualcosa di importante. La conoscenza del materiale umano e tecnico mi darà poi la possibilità di affrontare il discorso tattico. I ragazzi non hanno bisogno di confusione ma di certezze, quindi non avrebbe senso ora stravolgere tutto. Adesso sono totalmente concentrato sul raggiungimento del nostro obiettivo, per dare soddisfazione a chi ha creduto in me: trovo un gruppo consapevole, che sta bene, con tanta voglia di riscatto. Un Presidente come il nostro ha la chiara volontà di riportare il Bologna a livelli importanti, il programma della società è questo e di conseguenza il campionato che stiamo vivendo è fondamentale: ho intenzione di contribuire a questo percorso, sentendo i ragionamenti di Saputo, Corvino e Fenucci mi sono convinto immediatamente della mia scelta e la voglio portare avanti fino in fondo, non vedevo l’ora di tornare a lavorare in un certo modo. Ci sono tutte le possibilità per uscire dalla difficile situazione di classifica tutti insieme, io senza i miei giocatori non posso nulla, ma sarò in assoluto il loro alleato: ogni singolo punto andrà conquistato coi denti e con la giusta rabbia”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Spezia-Juventus, Gyasi e la sua esultanza come CR7: ecco il motivo