E se Sarri rivalutava Vargas?

Pubblicato il autore: Francesco Moscato Segui

vargas-chile

Ancora lui. Ebbene si, Edu Vargas. Il calciatore ex Napoli, meteora con gli azzurri nel periodo di Walter Mazzarri, che realizzò solo 3 gol, peraltro tutte in Europa League, continua a stupire, soprattutto con la sua nazionale, il Cile, chiamata la “Roja” in patria. Ieri, nel girone sudamericano, iniziavano le gare per le qualificazioni valide all’accesso ai Mondiali di Russia 2018, e a Santiago, il Cile, affrontava il Brasile. Il Cile, veniva ancora dall’entusiasmo dei rigori, che gli sono valsi il titolo di campione continentale contro l’Argentina. Ha colpito ancora lui, Vargas, che ha sbloccato la partita al ’73, con un inserimento da attaccante di rapina, che a Napoli, non hanno mai visto. Sorge spontanea la domanda. E’ stato il calciatore cileno, a non saper inserirsi, oppure Mazzarri, a non calcolarlo? Perché Edu, è stato anche inserito tra i candidati al Pallone d’Oro, dopo essere diventato capocannoniere della Coppa America. Torniamo al Napoli. Sarri, ha rivalutato calciatori come Jorginho, Hamsik, Higuain che non rideva più, ed il Napoli sta volando. Se fosse rimasto anche Edu Vargas? Sappiamo che Sarri, non l’ha mai avuto a sua disposizione, ed il dubbio è logico. Sarri, con la sua umiltà e carica, ha gasato elementi, che erano demotivati, ora trainano il Napoli verso alte posizioni. E Vargas? Come si sarebbe comportato? Fatto sta, che il Cile, in Sud America, ieri ha battuto il Brasile.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Morte Maradona, le reazioni social: "Per sempre. Ciao Diego"