Esonero Allegri alla Juve? Tra i successori anche Lippi e Mazzarri

Pubblicato il autore: Redazione Segui

esonero allegri

Ancora quattro giorni e poi si saprà qualcosa di più sull’esonero Allegri dalla panchina della Juventus. Nonostante infatti le parole di circostanza (“Allegri non è in discussione”), qualora la Juventus dovesse perdere il derby di sabato contro il Torino e la trasferta di Champions League con il Borussia Mönchengladbach di martedì 3 novembre, l’esonero Allegri diventerebbe più di una semplice ipotesi. Ogni giorno spuntano nomi nuovi su chi possa succedere al tecnico livornese sulla panchina bianconera. Se ieri vi avevamo dato conto delle voci su un possibile ritorno di Antonio Conte al termine degli Europei 2016, oggi i nomi che si fanno sono altri.

Esonero Allegri: anche Mazzarri tra i papabili

Per rimanere in tema di ex, i nomi più caldi sono quelli di Lippi e Capello. Grandissima esperienza per entrambi e palmarès da fare invidia a tutti gli allenatori del mondo. Tutti e due al momento sono liberi, visto che Lippi ha concluso la sua esperienza in Cina e Capello quella in Russia. Ma c’è un nome nuovo che si affaccia all’orizzonte in caso di esonero Allegri ed è quello di Walter Mazzarri. Ebbene sì, il tecnico di Napoli e Inter, due società non proprio amatissime dai tifosi bianconeri, è anche lui tra i papabili per il dopo Allegri. E se Lippi e Capello potrebbero essere presi in considerazione non solo per la stagione in corso, ma anche per quelle a venire, Mazzarri potrebbe invece rappresentare la classica figura da “traghettatore”, per portare la Juve sino a fine maggio e poi chissà: in base ai risultati potrebbe rimanere o andare via. Quel che è certo è che alla Juve si augurano che l’ipotesi dell’esonero Allegri non si concretizzi mai, perché questo significherebbe che la squadra si è ripresa e può proseguire il cammino con il tecnico livornese. E a cosa fare da giugno in poi ci si potrà pensare anche più avanti.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Probabili formazioni Cagliari-Milan: per Di Francesco e Pioli tanti indisponibili