Hellas Verona, Moras compatta il gruppo e spazza via le critiche

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui

664911_heroaA margine dell’evento #savemoras, la fondazione benefica che il difensore dell’Hellas Verona ha già lanciato in Grecia, il giocatore greco della formazione clivense ha parlato dello stato di forma della squadra di Mandorlini, reduce da un inizio di stagione al di sotto delle aspettative.  Secondo Moras tra i motivi delle difficoltà del Verona vi è il numero di infortuni con i quali i gialloblù hanno dovuto fare i conti in questo avvio di campionato. “ Siamo abituati diversamente, abbiamo iniziato male il campionato ma  usciremo tutti assieme da questo momento – ha dichiarato Moras. Vogliamo toglierci da questa posizione che non ci compete, ci vuole un po’ di pazienza in più. Abbiamo la sindrome da secondo tempo, non riusciamo a tenere il vantaggio, per noi queste partite sono continue lezioni per migliorare. Il gruppo sta lavorando, i problemi derivano anche dagli infortuni, ma questo non deve essere un alibi. È la prima volta che vedo così tanti infortuni a inizio campionato in una squadra ma  dobbiamo andare oltre a questi problemi. Bisogna dare il massimo, ma questa è una cosa che appartiene al DNA dell’Hellas. Chi non se la sente e vuole mollare, meglio che lo dica subito e vada a casa”. Ingiusto secondo il difensore greco attribuire le responsabilità del cattivo momento di salute della squadre a singoli calciatori, con particolare riferimento al portiere Rafael autore di alcune prestazioni sottotono. “Gli errori singoli li hanno fatti tutti, è sbagliato dare solo la colpa soltanto a lui. Il nostro numero uno ci ha fatto vincere tante partite, lui ha sempre lavorato alla grande e sarà proprio Rafael a darci una mano in più nella prossima partita – concluso Moras – . Allenatore e calciatori sono nelle stesse condizioni”.

Leggi anche:  Quanto bello è l'Hellas Verona, sorpresa del campionato
  •   
  •  
  •  
  •