Higuain è l’attacante più forte della serie A

Pubblicato il autore: Giuseppe D'Anna Segui

Higuain

E’ Gonzalo Higuain l’attaccante più forte del nostro campionato? Noi crediamo di si e vi spieghiamo perchè.
È un «attaccante d’area di rigore» forte fisicamente e in possesso di ottimi mezzi tecnici e atletici, quali la velocità, che lo rendono particolarmente efficace nel contropiede. Rientra a centrocampo per aiutare e impostare l’azione difensiva e ciò, unita alla sua visione di gioco e al suo fiuto del gol, gli permette di effettuare fraseggi più frequenti con i centrocampisti e trovare più agevolmente inserimenti vincenti in area di rigore. Le sue qualità gli consentono di servire anche molti assist ai compagni. Maradona lo ha definito «un centravanti completo, un incrocio tra due grandi centravanti argentini come Crespo e Batistuta».
Dal 2007 al 2013 ha giocato con la maglia del Real Madrid, conquistando tre campionati, due Supercoppe Spagnole e una Coppa di Spagna. Dal 2013 veste la maglia del Napoli, con cui ha vinto una Coppa Italia e una Supercoppa Italiana. È il sesto miglior realizzatore nella storia della nazionale argentina, con cui ha partecipato a due campionati del mondo (2010, 2014) e a due edizioni della Coppa America (2011, 2015).Insieme a Lionel Messi è il quinto miglior marcatore argentino della storia della Coppa del Mondo (con 5 reti all’attivo). Agli esordi, con il River Plate, ha giocato un totale di 41 partite realizzando 15 gol. Poi il trasferimento in Europa al Real Madrid, giocando 190 partite nella Liga spagnola realizzando 107 reti. Ha giocato 48 partite di Champions league con le merengues realizzando 8 gol. In totale, nelle 264 partite giocate con i blancos, Gonzalo ha realizzato 121 reti. Una media proprio non male, se consideriamo che Higuain nel periodo del Real Madrid non è mai stato considerato proprio un titolare inamovibile, ma il suo modo di giocare, atipico per una prima punta, perchè preferisce parecipare alla manovra d’attacco, ha sempre spinto i vari allenatori a ritenerlo comunque una pedina fondamentale in una rosa importante come quella del Real. E l’argentino non ha mai deluso, pur essendo sempre in competizione con attaccanti di livello mondiale, come Benzema o Cristiano Ronaldo. Al Napoli dal 2013, per trovare quella esplosione a livello personale, ha realizzato in serie A, fino ad ieri 42 reti in 78 partite. 7 nelle prime 9 gare di questa stagione, 17 nella stagione 2013/14, 18 nella stagione 2014/15. Al momento ha giocato 116 partite con il Napoli realizzando 62 reti. Il gol non è mai mancato a Higuain, come ben si può leggere dalle statistiche, ma quello che sembra cambiato in Gonzalo è l’aspetto psicologico. Con mister Sarri, sta arrivando a quella maturità e completezza da vero bomber di livello mondiale. Ora negli occhi del pipita si legge quella convinzione di essere un grande attaccante che può fare la differenza in ogni momento e contro ogni squadra, grande o piccola che sia. Forse fino a questo momento, dopo le pressioni di Madrid, e ancora le pressioni di Benitez, che lo ha portato a Napoli, è cresciuto molto sul piano mentale, anche perchè i mezzi tecnici non gli sono mai mancati e lo ha sempre dimostrato. Giocate fantastiche che fanno di Higuain un giocatore tra il numero 9 e il 10 di un tempo, un centravanti a volte trequartista. Leader d’attacco, suona la carica e quest’anno è anche meno “scontroso”del solito in campo, sia con gli arbitri che con i compagni. Tutti ottimi segnali. Tutti segnali e soprattutto dimostrazioni, in campo, con gol e assisit, che Gonzalo Higuain è il miglior centroavanti della serie A, senza dubbio alcuno.

Leggi anche:  Coppa Italia, dove vedere Juventus-Spal: streaming gratis e diretta tv Rai 1?

 

  •   
  •  
  •  
  •