Icardi: “Io alla Juventus? Mai dire mai”

Pubblicato il autore: Pierluigi Persano Segui

icardi juve

Quando vede bianconero la sua voglia di fare gol diventa implacabile: che a Mauro Icardi piacesse segnare alla Vecchia Signora era cosa ben nota. Indipendentemente dalla maglia che indossa, sia essa blucerchiata o neroazzurra.
E lo sa bene Gigi Buffon, che ha incontrato l’attaccante argentino cinque volte subendo sei gol.

“MAI DIRE MAI” – Eppure qualche anno fa, prima di firmare per l’Inter, la Juve si era fatta avanti per il talento di Rosario che poi scelse il club milanese.
A Sportmediaset hanno chiesto se l’idea di passare sulla sponda bianconera un domani sia possibile: “Io alla Juve? Nel calcio mai dire mai, ma giocare nell’Inter e poi nella Juve è una cosa brutta”.
Tant’è che nel pomeriggio di ieri sul suo attivissimo profilo Twitter ci ha tenuto a precisare il suo attaccamento al club di Thoir con un messaggio inequivocabile: “C’è solo un colore che sta bene col nero”.

BESTIA NERA(ZZURRA) – “A loro ho iniziato a segnare quand’ero ragazzino, dovrei smettere adesso?”. Infatti Icardi iniziò a prenderci gusto già con la maglia della Primavera della Sampdoria: 17 marzo 2012, Sampdoria-Juventus 2-3 e primo gol “italiano” ai bianconeri.
Poi i gol che contano per davvero: il 6 gennaio 2013 arriva la doppietta allo Juventus Stadium (“È qualcosa di indelebile”), nella gara di ritorno un gol che firma il doppio successo contro i campioni d’Italia a Marassi (3-2).
Arriva il passaggio all’Inter e i gol importanti nel derby d’Italia. E il primo rimane impresso nella mente: “Ero entrato da 5 minuti, il boato di San Siro è stato da brividi”.
In poche parole segna in media un gol ogni 64 minuti alla Juve, 6 gol in 381 minuti giocati contro i bianconeri.
Buffon e la Juve sono avvisati.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Juventus, ecco i convocati per la Supercoppa contro il Napoli: solo Ronaldo e Morata in attacco