Infortunio De Vrij, la Lazio ha deciso: niente operazione, per ora…

Pubblicato il autore: Carmine Errico Segui

Infortunio De Vrij

Lazio infortunio De Vrij: le ultime
È fuori dal 30 agosto ormai e tutte le terapie alle quali si è sottoposto non hanno portato un reale miglioramento. L’infortunio De Vrij preoccupa sempre più la Lazio. Sarebbe dovuto tornare in campo a breve, ma la situazione continua a peggiorare e le sue condizioni non gli permettono di tornare ad allenarsi con la squadra. Il rischio, ormai, è che il difensore olandese dovrà sottoporsi ad un intervento chirurgico. Le parole del medico sociale della Lazio dott. Lovati non spingono all’ottimismo: “Abbiamo deciso in accordo con il giocatore di procedere con un ulteriore step di tipo conservativo ha detto il medico sociale alla radio ufficiale della SS Lazio – attraverso l’utilizzo di un trattamento con fattori di crescita per cercare di risolvere il problema. Ricordo che questo è un ginocchio già operato tempo fa in Olanda per cui stiamo cercando di evitare un intervento chirurgico, che non escludiamo possa accadere, ma fintanto abbiamo qualche possibilità e probabilità di poter risolvere il problema in maniera incruenta ce la giochiamo fino in fondo”.

Infortunio De Vrij: out almeno un mese
Il medico Lovati ha aggiunto in maniera chiara quanto dureranno questi nuovi trattamenti a cui si sottoporrà De Vrij: “Nel giro di 3-4 settimane avremo una risposta definitiva, questo è l’ultimo trattamento conservativo, molto aggressivo, che ci ha dato ottimi risultati, cerchiamo di mettere fine al discorso conservativo. Inizieremo con un approccio conservativo con queste infiltrazioni con fattore di crescita, e nel giro di tre o quattro settimane dovremo avere una risposta definitiva. Speriamo possa essere positiva. In caso contrario, agiremo in artroscopia al ginocchio sinistro. Ci sono dei casi dove si deve intervenire direttamente, altri casi sono borderline dove l’intervento chirurgico è l’ultimo step di un programma terapeutico. Noi abbiamo ancora la possibilità di intervenire per step prima di passare ad un trattamento chirurgico”. La speranza è davvero quella di non costringere il giocatore a sottoporsi ad un intervento chirurgico al ginocchio già operato, ma sono passati 50 giorni dall’ultima gare che ha disputato e ogni settimana lo staff sanitario biancoceleste ha ripetuto che a breve sarebbe potuto tornare ad allenarsi. Stavolta il medico sociale non si sbilancia, si prende tutto il tempo disponibile per provare a far tornare in campo lo sfortunato giocatore olandese. La speranza è che davvero tra un mese possa mettersi alle spalle questa brutta avventura e ripartire.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Milan, Ibrahimovic si difende: “Non sono un razzista”