Juventus, Allegri: “Dybala non deve avere responsabilità addosso”

Pubblicato il autore: Gianfranco Mairone Segui

allegri-juve

Giornata di conferenza in casa Juventus, infatti da poco è finito il “dialogo” con la stampa del tecnico Massimiliano Allegri in vista del match casalingo con l’Atalanta. Ecco le sue dichiarazioni:

Ritiene anche lei inaccettabile questo 14esimo posto? “Prima di parlare di 14esimo posto, oggi parlo io. Visto che c’è stato un processo mediatico nei confronti del sottoscritto e di Dybala, lui è un giocatore che ha giocato più di tutti tra gli attaccanti. E’ un ragazzo con ottime qualità, avrà un grande futuro, l’anno scorso era il leader nel Palermo quindi non può esserlo anche qui alla Juve. Chi l’ha fatto ha sbagliato, Dybala non deve avere responsabilità addosso e vado quinti oltre. Credo di essere la gestione dei giovani dai tempi del Milan ad ora. Riguardo il 14esimo posto, come ho già detto, dovremmo avere più punti, indipendentemente dai cambi, la Juventus non deve essere in questa posizione”.

Viste le 3 partite in una settimana, che cambi ci saranno? “Fortunatamente per la prima volta ci siamo allenati tutti insieme in questa settimana. Ci sono dei giocatori che devono rifiatare, sicuro Cuadrado, Buffon sarà della partita. Abbiamo solo fuori Lichtsteiner e Caceres. CI sono partite difficili da affrontare. Dobbiamo fare la seconda vittoria in casa, abbiamo trovato una buona solidità difensiva nelle ultime gare dobbiamo migliorare in quella offensiva”.

Leggi anche:  Probabili formazioni Torino-Fiorentina: le scelte di Nicola e Prandelli

Marchisio lo preferisce più da regista o mezzala? “Sta crescendo in condizione, ha giocato in entrambi ruoli. Ritroverà la forma solo giocando”.

Domani Sturaro può giocare da terzino destro? “Domani gioca uno tra Sturaro e Padoin”.

L’assenza di Cuadrado vuol dire che può cambiare il modulo? Conferma di non aver mai detto di volere un trequartista? “Il mercato si è chiuso, i giocatori che fanno parte della rosa sono stati ritenuti validi per giocare in una squadra importante. Cuadrado verrà in panchina, ha bisogno di allenarsi e rifiatare. Domani al suo posto potrebbe esserci Pereyra”.

Domani la gara di Rugani? “Dovrò valutare e scegliere. I difensori stanno tutti bene, capisco Rugani che non sta giocando ma si sta allenando bene e quando sarà chiamato in causa sono sicuro farà bene”.

Momento per accelerare? “Il primo step nostro va visto a Natale, non possiamo pensare di rubare agli avversari troppi punti in poche partite. Poi vedremo a marzo per il secondo step”.

Leggi anche:  eSport, lo sport si sposta dal campo alla gamimg house

C’è da migliorare più nella fase realizzativa che offensiva: “In entrambe le cose, in fase offensiva in quanto a scelte di ultimo passaggio e qualità del passaggio”.

Cosa pensa del Napoli? “SI sta sistemando bene, le qualità dei gicoatoi sono le stesse dell’anno scorso. Il campionato è lungo, noi dobbiamo dare continuità ai risultati perché dobbiamo dare continuità. La Fiorentina non ha perso le qualità che ha per due sconfitte”.

Commento su Nedved vice presidente? Fastidio per le critiche di Agnelli? “Ha tutte le caratteristiche per diventare un ottimo dirigente Pavel, sono contento per lui. Per le parole del Presidente, non credo che mi abbia criticato. Anche io so che la Juventus deve avere più punti nonostante i cambiamenti”.

Pogba meglio giochi per tornare al meglio? “Abbiamo giocato 10 partite non 30, ci sono ragazzi giovani che hanno bisogno di giocare. Il centrocampo nuovo ha giocato insieme solo da domenica, abbiamo tutti bisogno di giocare insieme perché ci stiamo allenando tutti insieme solo da una settimana. Ho 22 giocatori di alta qualità, ci sono 50 partite in cui non possono giocare gli stessi. E’ da valutare di partita in partita”.

Leggi anche:  Milan, Ibrahimovic si difende: “Non sono un razzista”

Cosa succede a Mandzukic? Dybala giocherà? “Credo che in rapporto alle partite che ha giocato ha fatto gol pesanti. A Manchester e Shangai. Ha giocato 3 partite in campionato perché poi si è infortunato. Ha fatto tantissimi gol a livello europeo. Anche Dybala deve essere trattato come un giocatore di una grande squadra e domani potrebbe giocare dall’inizio. Non gli vanno addossate troppe responsabilità. Quando ho letto ieri di lui mi sono messo a ridere. Il suo costo? Un problema vostro perché al City allora De Bruyne non gioca e l’hanno pagato 80 milioni. Io valuto e decido. Non essere mai giocato allora si che mi si può attaccare. E’ sbagliato perché viene messo in difficoltà anche il ragazzo. Sarà il futuro ed è il presente della Juventus. Se per una-due partite l’allenatore sceglie di metterlo fuori. Se fossi convinto che se lui gioca vinciamo sempre sarei matto a non farlo giocare. Sono state scritte cose inesatte, accetto le critiche ma devo essere attaccato per una giusta causa. Devo essere rispettato, posso piacere o non piacere”.

Dichiarazioni di Zamparini? “Pensiamo alla partita di domani. Sono una persona molto educata”.

  •   
  •  
  •  
  •