Juventus, Allegri: “Lavoriamo partita per partita e poi a Natale vedremo”

Pubblicato il autore: Gianfranco Mairone Segui

allegri

Conferenza stampa da poco terminata quella di Max Allegri che prepara la trasferta di Sassuolo non del tutto facile. Ecco le dichiarazioni del tecnico livornese alla stampa:

Si parte dagli infortuni. “Ho tutta la Rosa a disposizione fortunatamente. sapevo del rischio che avrei corso con Pereyra e purtroppo è successo. Asamoah è stato 8 mesi senza giocare e domenica ha anche giocato bene, ma dopo la sosta sarà pronto. Giochiamo una volta ogni 3 giorni e abbiamo recuperato tutti i giocatori, anche Caceres rientrerà con la squadra”.

Alternanza di Alex Sandro e Evra da cosa dipende? “Sappiamo come gioca l’avversario, dipende da come stanno i giocatori. Chi ha giocato domenica ha fatto solo un allenamento di recupero ieri, quindi devo vedere. Poi dovremo giocare sabato, poi martedì e domenica a Empoli”.

Quanto è cambiato il percorso della Juve grazie al nuovo centrocampo? “Più che a questi 3 devo dire grazie alla crescita fisica della squadra. La sosta ha fatto bene a chi è rimasto qui a lavorare. Marchisio ha fatto quasi 3 mesi di vacanza e deve continuare a lavorare. Mi lascia sereno avere la squadra in buone condizioni e poter fare dei cambi domani. Sarà una partita delle 4 da affrontare da qui alla sosta che decidono il passaggio in Champions e il recuperare dei punti a chi sta davanti”.

Leggi anche:  Inter, Conte: “Se vogliamo lottare per qualcosa di importante, serve maggiore precisione”

Come valuta la crescita di Berardi? “Dovete chiederlo a Di Francesco perché io alleno chi ho qui”.

Più attenzione a Napoli o Roma? “Ne abbiamo tanti davanti. Prima cerchiamo di vincere domani e poi c’è il derby. Non possiamo fare programmi, lavoriamo partita per partita e poi a Natale vedremo”.

Sensazione di essere snobbati davanti? Stimolo? “Più che snobbati la classifica dice che i favoriti sono altri. La Roma, la Lazio, il Napoli. Noi dobbiamo avere le motivazioni dentro noi stessi. Dobbiamo aggiustare la classifica e vincere, se gli altri le vincono tutti rimaniamo così”.

Di chi sta davanti invidia qualcosa? “No, sono contento della rosa che ho a disposizione, tutti finalmente. Siamo partiti in ritardo quest’anno, tanti infortuni. Siamo già alla decima giornata e dobbiamo pedalare, ma siamo nella giusta via”.

Dybala può giocare ogni 3 giorni? Ridirebbe la frase sui 40 milioni? “Non è un problema mio perché non scelgo i giocatori in base a quanto sono stati pagati. Io scelgo chi gioca meglio, sono pagato per fare i risultati. Dybala, ripeto, ha delle ottime qualità, diventerà un grande giocatore ma facciamo una partita alla volta. Come va gestito lui vanno gestiti tutti, sono qui per questo. Qualche settimana fa abbiamo fatto lo stesso discorso di Cuadrado, ma non può giocare tutte le partite fino a maggio. Devo essere bravo e fortunato”.

Leggi anche:  Serie C, dove vedere Palermo-Teramo: streaming e diretta tv Sky Sport?

Insidie della gara di domani? “Il Sassuolo ha 15 punti, ha grande tecnica e sono ben organizzati. Noi però dobbiamo fare una gara tosta e giusta”.

Buffon riposerà? “Ha riposato domenica, quindi”.

Senza gli infortuni quanti punti avrebbe in più la Juve? “Indipendentemente dagli infortuni dovremmo averne di più. La classifica non la si può cambiare, cerchiamo di dare continuità e migliorare la condizione fisica e psicologica”.

Difesa c’è chi può riposare? Scudetto affare di Roma e Napoli? “Può darsi, domani rientrerà sicuro Barzagli. Poi, il campionato è equilibrato e molto bello adesso, in Europa l’unico che non ha storia è quello in Germania. In Inghilterra, Spagna, Italia invece c’è più equilibrio. E’ un bene per il calcio e per la gente che si diverte allo Stadio”.

Morata rientra? “Non lo so, vedrò oggi. Abbiamo molte partite e ci sono i cambi durante la partita. Domenica anche Zaza è stato fuori, anche lui sta crescendo molto, Morata ha fatto diversi gol in Champions e deve continuare a migliorare anche lui”.

Leggi anche:  Pagelle Juventus - Bologna 2-0: centrocampo rivitalizzato, il Bologna fa troppo poco

Coincidenza che con Marchisio e Khedira non si prendano gol? “La squadra sta migliorando sotto il punto di vista della gestione delle partita. Se andiamo indietro e pensiamo alla gara con l’Udinese, abbiamo subito un solo cross col gol. Ora gestiamo meglio, sappiamo quando accelerare, decelerare, difendere. E’ un passo in avanti anche in Europa perché la Juve deve giocarsi la Champions come l’anno scorso al pari delle grandi”.

A Natale la Juve può aver agganciato la testa? Preferirebbe superare il Toro sabato? “Al Torino faccio i complimenti perché stanno facendo un buon lavoro. Il derby è una gara a se, sono state due belle gare l’anno scorso. Però pensiamo prima a domani. Per migliorare la posizione in classifica bisogna vincere e sperare che chi è davanti ne perda”.

Commento su Donnarumma? “Se Mihajlovic ha scelto questo ha valutato bene e conosce le qualità del ragazzo. Poi il tempo dirà se potrà giocare 20 anni al Milan”.

  •   
  •  
  •  
  •