Juventus in crisi: si va in ritiro. Ecco i record (in negativo) dei bianconeri

Pubblicato il autore: Antonio Orlando Segui

during the Serie A match between Juventus FC and AC Chievo Verona at Juventus Arena on September 12, 2015 in Turin, Italy.

Fischio finale a Reggio Emilia, la Juventus perde 1-0 al Mapei Stadium contro il Sassuolo e adesso la crisi è concreta. Si, è strano, oltre che impronosticabile, eppure questa è la quarta sconfitta in 10 partite di campionato per i bianconeri. Se poi ci aggiungiamo i 3 pareggi rimediati contro Inter, Frosinone e Chievo, il disastro è completo. Solo 12 i punti racimolati in classifica grazie alle 3 vittorie contro Genoa, Bologna e Atalanta e i suddetti pareggi. Una Juve così non si era mai vista. Esatto, perché da quando in Serie A esistono i 3 punti la Juventus non ha mai racimolato così pochi punti dopo le prime 10 giornate. Ma non è tutto. Si, perché la Juve di Allegri è andata per ben 6 volte in svantaggio in questo campionato e la maggior parte delle disattenzioni difensive sono nate nella prima mezz’ora di ogni partita. E’ nell’arco di questo periodo che la formazione bianconera ha subito quasi tutti i suoi gol che in totale sono 9. Pertanto la vetta della classifica presieduta dalla Roma si fa sempre più lontana: 12 sono le lunghezze che separano la capolista da Dybala e compagni e in merito a tale distanza c’è un altro aneddoto, forse il più importante. Non è mai accaduto nella storia del campionato italiano che una squadra così distante dal podio dopo 10 giornate abbia poi vinto lo scudetto. E’ chiaramente una statistica spiazzante per la Juventus, il cui sogno è quello di riscrivere la storia calcistica per consolidarsi campione d’Italia come negli ultimi 4 anni, ma i risultati impongono di rivedere i propri obbiettivi stagionali. Basti pensare che la zona Europa League, vale a dire il quarto posto, dista già 9 lunghezze e la Juve ha davanti a sé ben 8 squadre.

Leggi anche:  Ziliani critica Abisso: "Ci sono arbitri che sembrano non conoscere il gioco del calcio. Se dai il rigore a Ibra..."

L’ultima volta che la Juventus perse 4 partite nell’arco di 10 giornate risale alla stagione 1987/88 e con quella di quest’anno diventano  7 le volte in cui è accaduto nella storia del club bianconero. Se si pensasse a un anno fa la Juventus aveva già accumulato 25 punti su 30 disponibili rispetto ai 12 attuali e le reti subite erano solo 4 in confronto alle 9 della stagione in corso. Colpa della difesa che non risulta dare le garanzie di una volta? Colpa delle cessioni di leader indispensabili ? O la grinta e la voglia di lottare hanno lasciato spazio alla presunzione dopo 4 anni di assoluto dominio in campionato?  Per fugare ogni dubbio il tecnico Allegri, riunitosi fino a tarda notte con la società e i giocatori, ha optato per un ritiro in sede. Vale a dire che la Juventus dopo aver affrontato il consueto allenamento rimarrà a dormire assieme in modo tale da riordinare le idee. Questo avverrà per 3 giorni consecutivi, vale a dire fino alla prossima partita di campionato in cui la Juventus sarà impegnata con il Torino. Si riparte quindi dal derby della mole, non sarà affatto facile contro la formazione di Ventura.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: