Juventus, Rugani: “Juve? Sapevo che non sarebbe stato facile”

Pubblicato il autore: Gianfranco Mairone Segui

rugani

Riscattato interamente dall’Empoli Daniele Rugani sta trovando poco spazio in casa Juve, mentre nella Nazionale di Di Biagio è assoluto protagonista. Difficile sovrastare le gerarchie nel club bianconero vista la concorrenza dei vari Chiellini, Bonucci e Barzagli, ma il difensore dell’Under 21 non vuole arrendersi e lo fa capire in una intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport. Ecco le sue dichiarazioni: “Non ho ancora giocato in A ma devo stare sereno, ho appena cominciato con la Juve. Sapevo che non sarebbe stato facile, devo solo farmi trovare pronto. Io più cattivo? Penso sia una frase che si dice così, giusto per dire. E’ vero che sono più pulito di altri, ma non tiro mai indietro la gamba. Con l’Under 21 credo di aver giocato una buona partita. Potevo essere più veloce in impostazione, trovare due verticalizzazioni in più”. Poi un pensiero sui 3 ” colleghi ” di reparto: “A Leonardo prenderei la personalità, la fiducia nel giocare il pallone. Ad Andrea l’attenzione: è incredibile come sia sul pezzo per tutta la partita. A Chiello la decisione. Io posso fare tre ruoli su tre, però, se devo scegliere, meglio sul centro-destra o sul centro-sinistra. Il centrale non è un ruolo per tutti, è più complesso”. Ultima battuta sulle grandi aspettative che ci sono per il duo Rugani-Romagnoli: “Si fanno troppi paragoni. Io e Alessio siamo ancora giovani, dobbiamo tenere i piedi per terra e lavorare per migliorare. Quando sono con l’Italia lavoro un po’ meno che con il club. A Torino ho più tempo per qualche esercizio a parte, qui con l’Under mi sono fatto dare la chiavetta con le immagini di Slovenia-Italia e l’ho rivista. Faccio questo, un po’ di video e il solito lavoro preventivo pre-allenamento”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Asta di riparazione Fantacalcio, i giocatori da acquistare nelle vostre leghe: ecco i consigliati!