La prima volta del Carpi grazie al gol di Matos

Pubblicato il autore: Roberto Minichiello Segui

carpi

Ci sono volute sette giornate per il Carpi per riempire la casella delle vittorie in serie A, ad agosto l’esordio, difficile in casa della Sampdoria, uscire sconfitta con cinque gol, poi lentamente la squadra ha cercato di trovare i primi punti, arrivati con due pareggi contro Napoli e Palermo, ma mancava la gioia di una vittoria. L’esonero di Castori per cercare di dare una scossa all’ambiente. Tutti molto legati al tecnico della storica promozione, ma qualcosa si doveva fare e si è scelto un tecnico del sud come Giuseppe Sannino per portare la giusta grinta ad una squadra che aveva bisogno di risultati positivi. Ieri è arrivato il Torino con altre ambizioni, con sogni da primato, ma il Carpi ha aspettato il momento giusto prima di pungere un toro spuntato.

Leggi anche:  Probabili formazioni Serie A - 10° Giornata

Inizio ad aspettare il Torino, attento in difesa e pressing sui portatori di palla che non permettevano di servire al meglio i due attaccanti granata. La difesa guidata da Zaccardo ha limitato al massimo la forza offensiva di Quagliarella e Maxi Lopez. Primo tempo dedicato alla difesa. Nella ripresa il Carpi ha capito che poteva pungere, che il Torino non era quello visto fino ad ora, capace di rimontare e battere la Fiorentina e quindi ha alzato il baricentro e si è spinto in avanti grazie anche a Gabriel Silva che al 10 trova una conclusione che prima va sul palo e poi carambola su Padelli e finisce in rete. Il Torino si sveglia con gli ingressi di Acquah e Belotti ma espone il fianco e infatti proprio in contropiede Matos regala il raddoppio su assist di Borriello. Come già capitato in questo campionato il Toro non molla e trova un calcio di rigore con Maxi Lopez che realizza, partita aperta ma la difesa del Carpi questa volta registrata bene da Sannino non perde colpi e i granata non raggiungono il pari. Finisce con la prima vittoria del Carpi grazie a Matos, che in questo inizio sta dimostrando il suo talento.

Leggi anche:  Lite Gasperini-Gomez, la società interviene a Zingonia. Serve tregua o si rischia il crollo

Questa vittoria serve per dare fiducia e serenità alla squadra. – commenta a fine partita Matos –  Nelle prossime due settimane lavoreremo col mister per capire ancora di più come vorrà giocare e ci prepareremo al meglio per la prossima partita. L’intesa con Borriello? E’ un giocatore importante, bravo tecnicamente, ha giocato in grandi squadre e sono contento di giocarci insieme. Il gol? Non importa fare gol belli o brutti, l’importante è andare a segno e aiutare la squadra a vincere. Mi sto allenando per essere più cattivo sotto porta. In questa vittoria c’è molto di Castori. E’ un mister che si era trovato bene con tutti. Peccato che è andato via, però il calcio è questo. Ora è arrivato Sannino che ha già fatto bene.”

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: