Mario Gómez conquista la Turchia: e la Fiorentina gongola

Pubblicato il autore: Daniele Triolo Segui

Mario Gómez

Mario Gómez si è ritagliato, a suon di prestazioni, uno spazio importante nel cuore dei tifosi del Beşiktaş, dopo un inizio non proprio soddisfacente

Mario Gómez è tornato. Il 30enne attaccante tedesco, che in due stagioni trascorse alla Fiorentina aveva totalizzato appena 14 reti in totale, ha già messo a segno 6 reti nelle prime 7 giornate della Süper Lig turca, conquistando, oltre al primato momentaneo nella classifica cannonieri del campionato, anche un posto speciale nel cuore dei tifosi dei bianconeri di Istanbul, che vedono in Mario Gómez l’uomo ideale per poter tornare a vincere la lega dopo sette anni di forzata astinenza.

Dopo un inizio tormentato, al punto tale da aver fatto presagire un ritorno di Mario Gómez a Firenze al termine della stagione, il panzer teutonico ha cambiato marcia, si è integrato alla perfezione negli schemi del tecnico Şenol Güneş ed ora è divenuto titolare inamovibile della formazione del Bosforo. Ai microfoni di ‘Tuttomercatoweb‘, ha parlato il direttore generale del Beşiktaş, Metin Albayrak, che ha spiegato: “Ci aspettavamo un impatto simile, del resto Mario Gómez è un grande giocatore, per giunta di spessore internazionale. Capocannoniere della Bundesliga con la maglia del Bayern e con parecchie presenze per la Nazionale tedesca. Perché quindi stupirsi?”. Mario Gómez, secondo il dg turco, si sarebbe subito ambientato in Turchia, e nella città di Istanbul, stringendo un solido legame con i compagni di squadra.

Leggi anche:  Waterloo per il Barça. Perde a Cadice e dice addio alla Liga a dicembre

“Non ho mai avuto il minimo dubbio sulle qualità di Mario Gómez – ha insistito Albayrak -; se li avessi avuti non lo avrei preso. Sapevamo che un giocatore simile potesse risultare decisivo, ed abbiamo scoperto essere un’ottima persona, ed un grande professionista negli allenamenti. Andando avanti così credo che riconquisterà la Nazionale tedesca”. Mario Gómez, si ricorderà, è giunto al Beşiktaş in prestito dalla Fiorentina che, a questo punto, gongola, e già conta di monetizzare al più presto i soldi della sua cessione a titolo definitivo alla società bianconera. “Siamo solo ad ottobre, è ancora presto per parlarne – ha però glissato il dg del Beşiktaş -; siamo però decisamente soddisfatti ed a tempo debito valuteremo con il giocatore e con la Fiorentina”.

  •   
  •  
  •  
  •