Milan, ag. Donnarumma: “Galliani è stato bravo ad anticipare tutti, si è esposto in prima persona”

Pubblicato il autore: Gianfranco Mairone

REGGIO NELL'EMILIA, ITALY - AUGUST 12: Gianluigi Donnarumma of Milan in action during the TIM pre-season tournament match between AC Milan and US Sassuolo Calcio at Mapei Stadium - Città del Tricolore on August 12, 2015 in Reggio nell'Emilia, Italy. (Photo by Giuseppe Bellini/Getty Images)

Scoperta positiva quella di Gianluigi Donnarumma portiere giovanissimo del Milan, che sta sorprendendo tutti. Di questo suo splendido momento ne ha parlato ai microfoni di MilanNews.it il suo procuratore Vincenzo Raiola,  ecco le sue parole:

Gigi come sta vivendo questo esordio in serie A?

“In questi giorni si è parato tanto del ragazzo, per l’opinione pubblica Donnarumma rappresenta una sorpresa, per noi invece no. E’ un ragazzo molto umile, sa stare con i piedi a terra e l’ha dimostrato proprio in questi momenti di massima esaltazione mediatica”.

Però esordire a 16 anni in serie A è sicuramente una soddisfazione…

“Senza dubbio, siamo felicissimi. Abbiamo puntato su di lui già da qualche anno, può essere il portiere del futuro. Da parte nostra c’è sempre stata grande convinzione nei mezzi di Gigi, fa piacere vederlo a questi livelli”.

Quindi non è stata una sorpresa?

“Vederlo esordire a 16 anni e otto mesi forse si, ma era solo questione di tempo. Per noi l’avrebbe fatto magari tra un po’ ma il suo futuro è in serie A. C’è sempre stata la sicurezza di vederlo calcare campi importanti. La stiamo vivendo serenamente”.

Leggi anche:  Roma-Yokohama diretta tv e streaming gratis Dazn o Sky? Dove vedere amichevole internazionale

In questi giorni si è parlato anche di un rifiuto al Napoli, nulla di vero?

“Niente di vero, il Napoli non ha mai mostrato interesse sul giocatore. Il settore giovanile azzurro non investe tantissimo sui ragazzi quindi forse hanno pensato di non provarci nemmeno con uno come Donnarumma. Il padre non ha mai ricevuto offerte”.

Il Milan invece è andato deciso sul giocatore…

“Il Milan ci ha sempre creduto. Il fratello Antonio era del settore giovanile rossonero e gli ha consigliato il Milan. I preparatori dei portieri già lo conoscevano perché all’età di 8-9 anni ha avuto possibilità di farsi notare. E già in quel momento molti osservatori del Milan l’avevano adocchiato. Poi con l’arrivo di Bianchessi si è intensificato l’interesse nei confronti di Gianluigi”.

Poi si è mosso Galliani…

“Una volta che si muove Galliani è tutto molto più facile.  Altre società hanno fatto attivare i responsabili del settore giovanile, anche di club importanti come Juve e Inter, invece al Milan ha preso l’iniziativa direttamente l’amministratore delegato. Galliani è stato bravo ad anticipare tutti, poi lui tiene molto al settore giovanile e ad arrivare prima sui migliori prospetti, si è esposto in prima persona. Questo è stato il fattore predominante per prendere Donnarumma”.

Leggi anche:  Serie C, dove vedere Juve Stabia-Potenza streaming live e diretta TV Rai Sport?

Poi ha inciso anche la fede del ragazzo…

“Lui è sempre stato rossonero fin da bambino. Inter e Juve sono state molto vicine, Gigi avrebbe accettato perché sono club importanti, però in cuor suo aspettava la chiamata del Milan. Quando è arrivata ha detto si senza nemmeno pensarci. Quando Galliani ci ha contattati per chiudere, il ragazzo era al settimo cielo”.

Sarà Milan a vita?

“Se il club riesce a riprendere il suo appeal internazionale, penso che potrebbe essere il nuovo Buffon del Milan. Ed è quello che speriamo tutti. Se invece la crisi del Milan dovesse prolungarsi ancora, allora nei prossimi anni si potrebbero prendere altre decisioni. Non solo da parte del giocatore, anche dal club stesso, come fatto qualche anno fa con Ibra e Thiago Silva. Cioè se hai un prodotto importante puoi cercare di venderlo. Però pensiamo positivo, crediamo che il Milan possa ritornare in Champions e lui essere il portiere rossonero per i prossimi vent’anni come ha fatto Buffon alla Juve”.

Leggi anche:  Asta di riparazione Fantacalcio, i giocatori da acquistare nelle vostre leghe: ecco i consigli!

Mihajlovic ha avuto gran coraggio a metterlo in porta al posto di Lopez…

“E’ un mister che ha carattere da vendere. Ha avuto coraggio di schierare Donnarumma titolare a sedici anni per un motivo particolare. Di solito un giovane viene lanciato quando le cose vanno bene, invece Sinisa mi ha stupito e l’ha messo nel momento più difficile della squadra, qui davvero ci vuole carattere per prendere una decisione così importante. Evidentemente ha pensato che Donnarumma potesse dare qualcosa in più rispetto a Lopez e Abbiati”.

  •   
  •  
  •  
  •