Scroll to Top

Milan-mister Bee, salta tutto?

Pubblicato il autore: Simone Braconcini Segui

berlusconi-mr-beeDopo il grande e incauto ottimismo dei mesi scorsi, ora subentra lo scetticismo. L’accordo fra il Milan di Silvio Berlusconi e il magnate thailandese Bee Taechaubol rischia ora di saltare. Gli indizi che porterebbero ad una mancata conclusione della trattativa erano già evidenti negli scorsi giorni, quando il Milan fu costretto a concedere una proroga a mister Bee, non ancora in grado di chiudere la trattativa e di corrispondere alla società rossonera la somma pattuita per l’ingresso in società. Una somma enorme e, qualcuno ha detto, anche spropositata rispetto al valore (pur alto) di una grande società come il Milan: 480 milioni di euro che avevano giustamente ingolosito Berlusconi, alla ricerca di nuovi partners per il rilancio dell’amato Milan. Il closing tuttavia, tra scadenze saltate e proroghe concesse senza nessuna penale, aveva già subito preoccupanti ritardi nei giorni scorsi. Ora l’intero affare è messo in forte dubbio. Parte della stampa sussurra (ma vi riferiamo questa circostanza a puro titolo di cronaca) che tutto si sarebbe ulteriormente complicato da quando il fiscalista Andrea Baroni è finito in manette con l’accusa di riciclaggio. A questo punto, qualcuno ha sostenuto, anche la cessione del 48% del club rossonero non sarebbe più così certa. Perché Baroni era tra i consulenti di Bee Taechaubol, il broker thailandese impegnatosi a reperire l’enorme cifra di 480 milioni offerta a Berlusconi.

Leggi anche:  Lega Pro Girone B: Mantova di misura sulla Fermana, tre punti per la zona playoff

Al di là di queste considerazioni che non hanno trovato finora riscontri credibili, sembra che il vero motivo dell’arenarsi della trattativa sia tutto nelle difficoltà, oggettive, da parte di mister Bee di reperire la somma pattuita. E Berlusconi, che in questa operazione è sempre stato alla finestra per valutarne le evoluzioni, si sarebbe stancato di attendere invano un segnale. Saranno decisivi i prossimi giorni. Certo è che, per il momento, il Milan è ancora tutto di Berlusconi. E chissà ancora per quanto resterà tale.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: