Milan, Montolivo: “Dobbiamo seguire Mihajlovic e lavorare con impegno”

Pubblicato il autore: Gianfranco Mairone Segui

Montolivo

Ritorno in Nazionale per il capitano del Milan Riccardo Montolivo, dopo la clamorosa esclusione dal mondiale brasiliano per via dell’infortunio che lo bloccò per più di 6 mesi. Ora la miglior condizione in maglia rossonera, tanto da meritare la prima chiamata di Conte in Nazionale. Tanta felicità per il regista meneghino, manifestata in una intervista al quotidiano torinese Tuttosport. Ecco le sue sensazioni: “Ringrazio Conte per avermi dato fiducia, finalmente si è chiuso un cerchio: non giocavo da 17 mesi in maglia azzurra. Sono contento di far parte di questo gruppo. La convocazione passa dal campionato con il Milan, io cerco sempre di dare il massimo. Sto meglio, anche con il club sta andando bene. Sono soddisfatto della prestazione”. Poi pensiero subito rivolto al campionato: “Contro il Torino ci aspetta una gara molto difficile perché loro sono una squadra in salute che si avvale di un gioco molto consolidato. Noi dovremo essere più concreti anche a costo di sacrificare qualcosa alla bellezza. Ventura? Non l’ho mai avuto come allenatore e quindi non posso parlare per esperienza diretta. Però si vede che le sue squadre hanno un’idea di gioco molto chiara, sono sempre concrete, solide e concedono poco agli avversari. Per questo so che sarà una partita complicata per noi”. Sul miglioramento che spetta fare al Milan: “Dobbiamo migliorare in tante cose. Talmente tante che è difficile sceglierne una e isolare quella. Ma è logico per una squadra che ha cambiato tanto, allenatore compreso. Dobbiamo seguire Mihajlovic e lavorare con impegno, come stiamo già facendo, per mettere a posto i dettagli e tutto il resto. Ma non c’è scoramento tra di noi, anzi: il gruppo ha fiducia e ha voglia di tirarsi fuori da questa situazione. Veniamo da una brutta sconfitta, pesante per l’ambiente e sappiamo che dipende da noi cambiare verso. La mia condizione? Sto meglio, ma devo ancora migliorare”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Juventus, le parole di Pirlo sulla sfida di domani. Poi il ricordo di Maradona