Napoli, Hamsik: “La squadra gira alla grande, giochiamo a memoria”

Pubblicato il autore: Gianfranco Mairone Segui

hamsik1

Gran avvio di campionato per il Napoli di Maurizio Sarri con il secondo posto in campionato e a punteggio pieno nel girone di Europa League. Tra i trascinatori dei partenopei c’è sicuramente il capitano Marek Hamsik che ha rilasciato un’intervista a Radio Kiss Kiss Napoli, dove parla del momento azzurro e non solo. Ecco le sue parole:

Siete felici della vittoria col Palermo? “Ultimamente stiamo facendo grandi partite e vinciamo con merito, come ieri contro il Palermo. La squadra gira alla grande, giochiamo a memoria e con facilità ed è un bene che anche i calciatori che giocano bene riescono a dare un grande contributo”.

La squadra gioca a memoria? “Sì, è così. La squadra gioca a memoria e con facilità, è un bene. Anche i calciatori che giocano meno, riescono a dare il proprio contributo”.

Il lavoro di Sarri sta pagando? Quest’anno state riuscendo a battere anche le piccole.“Sì, in campo ci divertiamo. Vedere il Napoli cosi deve essere divertente anche per i tifosi”.

Leggi anche:  SKY o DAZN? Dove vedere Genoa Cagliari in tv e in streaming, Serie A 19° giornata

La Juve ha già perso quattro gare, è già fuori dalla lotta scudetto? “Non credo, è dietro ed è un bene per noi. Per lo scudetto serve continuità, noi lo stiamo facendo. L’importante è restare vicini alla vetta”.

Lo scudetto è una ‘bestemmia’? “Non so, ci godiamo il momento. Siamo alla decima giornata, casomai ne parleremo alla trentesima gara se la situazione dovesse essere ancora questa. Io, Sarri e gli altri la pensiamo allo stesso modo, ora pensiamo alla prossima gara. Prepariamo la gara col Genoa, non sarà facile”.

Col Genoa sarà una gara aperta e spettacolare? “Non lo so, ieri i rossoblu hanno fatto tre gol in trasferta ma noi dovremo sfruttare gli spazi che concederanno. Siamo una squadra equilibrata, dal portiere all’attacco. In difesa, soprattutto nei primi mesi, il mister ha lavorato tantissimo”.

Cosa pensi della tensione tra Insigne e Mertens? “Per vincere serve il gruppo e il gruppo quest’anno è molto unito, sia in campo che fuori e questo è solo un bene”.

Leggi anche:  Udinese, Lasagna pronto alla cessione con il Verona

Higuain capocannoniere, possiamo dirlo che è l’attaccante più forte al mondo?“Vedendo i numeri, credo di sì. E’ tranquillo, gli riesce tutto in questo momento. Ci dà un grande aiuto, è un vero fuoriclasse”.

Quest’anno sei cambiato anche caratterialmente? Ti sei ‘preso’ il San Paolo? “Non è da me fare scivolate, con la Fiorentina mi è venuto spontaneo alzare le braccia verso i tifosi, che ci danno sempre una grossa mano. Vogliamo sempre renderli felici e ci aspettiamo che loro stiano sempre dalla stessa parte”.

Sarri ti ha rimesso in condizione di mostrare le tue doti? “Nel modulo di Benitez giocavo come gioco in Nazionale, anche se con concetti diversi. Ora, però, mi godo questo modulo nuovo e questo stile di gioco in cui tocco tanti palloni”.

Leggi anche:  Serie A, dove vedere Benevento-Torino: streaming e diretta tv Sky o DAZN?

Avete automatismi definiti. Il Napoli ha un grande centrocampo, possiamo dirlo?“Siamo una squadra molto equilibrata, in tutti i ruoli. In campo serve equilibrio, in attacco abbiamo grandi calciatori che risolvono le gare da soli. Il mister, nei primi due mesi, ha lavorato tanto sulla difesa”.

Roma favorita per lo scudetto? “Ha una grande squadra e punta allo scudetto, sta facendo bene da tre anni”.

L’anno scorso siete stati eliminati dal Dnipro in semifinale. Avete voglia di andarvi a prendere la finale di Europa League? “L’eliminazione col Dnipro non ci è andata giù, vogliamo riprovarci quest’anno. Abbiamo finora conquistato nove punti nel girone, così possiamo concentrarci sul campionato”.

Per lo scudetto se ne riparlerà alla trentesima giornata? “Certo, mancano venti gare. Vedremo in quel momento la nostra posizione in classifica”.

  •   
  •  
  •  
  •