Napoli verso la Fiorentina: il tabu’ di Insigne

Pubblicato il autore: Giuseppe D'Anna Segui

insigne

Si avvicina la sfida di domenica con la Fiorentina al San Paolo. A Castel Volturno, Sarri prepara gli Azzurri al match contro i gigliati. Il tecnico azzurro potrà contare su Insigne che ha pienamente recuperato e sarà titolare, mentre Koulibaly è in dubbio. Il difensore azzurro, infatti, è reduce dagli impegni con la nazionale senegalese per le qualificazioni ai mondiali. Pare che  Koulibaly abbia accusato un leggero affaticamento muscolare, tuttavia dovrebbe essere della sfida. Il ginocchio di Insigne, quello dell’infortunio , nell’ultima settimana è stato tenuto sotto osservazione. Un po’ di apprensione, nulla di più: Lorenzo domenica ci sarà. Anche perché alla Fiorentina non ha mai segnato al San Paolo e, più in generale, in campionato. Due reti in Coppa contro i viola. Una sorta di tabù che potrebbe essere sfatato presto: in fondo, per Insigne, questo è il miglior avvio di stagione della sua carriera. Dopo Empoli, Lazio, Juventus e Milan, sara’ il turno della Fiorentina?

Leggi anche:  Gol più veloci della storia Serie A, Lozano agguanta il podio: ma comanda Leao

Alzi la mano chi credeva nell’exploit di Insigne in questa prima parte di stagione. In pochissimi credevano in uno scugnizzo in super forma. Si poteva pensare ad un Insigne rigenerato dalla cura Sarri, ma da qui a profetizzare 5 reti nelle prime 7 di campionato passa un universo. Eppure Lorenzinho, che con il gol non ha mai avuto un feeling particolare, ha già segnato, in ordine, a Empoli, Lazio, Juventus e Milan. Numeri incredibili, se paragonati a quelli delle ultime due stagioni: nel 2013-14 il talento di Frattamaggiore segno’ il suo primo gol in campionato addirittura a gennaio, mentre l’anno seguente la prima rete è arrivata ad ottobre. Nell’ultima stagione ha messo a segno soltanto due marcature: a frenarlo, però, ci ha pensato la sfortuna.

Il 9 novembre 2014 Insigne si ruppe il legamento crociato anteriore del ginocchio destro. Allora il Napoli affrontava la Fiorentina, che domenica Lorenzo ritroverà al San Paolo. La stessa Fiorentina a cui Insigne ha rifilato una doppietta nella finale di Coppa Italia, in quello sfortunatissimo 3 maggio 2014. Per lui, insomma, la gara con i viola è una questione privata: un memorial, pensando al trofeo alzato a Roma un anno e mezzo fa con l’angoscia per il ferimento di Ciro Esposito. Una vendetta, invece, se la sua mente torna indietro allo sciagurato infortunio al ginocchio. Un problema che, però, ha rappresentato una delle tappe più importanti della propria carriera: da lì in poi Insigne è maturato, sia in campo, dove occasionalmente indossa la fascia da capitano, che fuori.

Leggi anche:  Ciro Immobile a Tiki Taka: "L’amore che mi dà la gente non può mai essere superato da una squadra che prova a vincere la Champions"

Il giovane talento napoletano sta mostrando tutta la sua classe in questo avvio di stagione, con gol di pregevole fattura e diversi assist per i compagni. Sembra davvero la stagione giusta per l’esplosione di questo ragazzo, che in tanti hanno criticato. Allora la Fiorentina potrebbe essere proprio la vittima giusta. Tra l’altro la sfida e’ davvero di alta classifica se si pensa alla Fiorentina capolista e al Napoli in chiaro rilancio. Anche dal punto di vista del gioco al momento sembrano le due migliori in Italia. Squadre corte e passaggi rapidi, pressing alto. Allora forza Lorenzo, speriamo possa siglare il tuo primo gol in campionato contro i viola, magari proprio il gol vittoria…

 

 

  •   
  •  
  •  
  •