Napoli,la destabilizzazione mediatica

Pubblicato il autore: Francesco Moscato Segui

sarri-esulta-per-la-vittoria
La massima tranquillità, e la volontà di continuare a far bene, sono le cose più fondamentali nel Napoli in questo periodo denso di gare, tra campionato ed Europa League peraltro ogni tre giorni. Il tecnico Maurizio Sarri, sta mantenendo una pazienza fuori dal normale, riesce a gestire una calma nello spogliatoio, come un eterno padre anzi, nonno che vuol bene ai suoi nipotini, e fa di tutto per gestirli e dargli buoni consigli. Ieri durante la gara col Palemo casi di Insigne e Mertens, hanno avuto la durata della sostituzione del napoletano e del gol del belga. Sono finiti lì. E se Sarri, giustamente li ha chiusi, rispondendo alle domande dei media, con ironia, che gli fa piacere vederli arrabbiati, così deve essere. Si sa, quali sono le prime cose che cercano i giornalisti. Non si bada nemmeno più al risultato, alla vittoria. Ma allo scandalo, alla ribellione di un calciatore che possa rompere equilibri che man mano stanno maturando e si stanno installando. Se Sarri, deve far ricorso ad un turn-over (nemmeno tanto ampio) lo fa per il bene dei suoi ragazzi. Poi, se ha trovato equilibri, che fino all’anno scorso facevano fatica a sorgere, deve essere così come vuole lui. Sta avendo ragione lui, aldilà di Insigne che si ribella, e dice parolacce, e di Mertens che non esulta. Poi, se si mettono anche i procuratori dei calciatori…

Leggi anche:  Supercoppa Italiana, dove vedere Juventus Napoli: streaming gratis e diretta TV Rai 1?
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: