Inter-Juve probabile formazione: Jo-Jo si, Kondo forse

Pubblicato il autore: Fabrizio Caminiti Segui

 

jovetic-10

Jovetic si, Jovetic no? Questo è uno dei dilemmi prima di Inter-Juve di domenica sera. Mancini e Allegri tentano di mischiare le carte, cercando di non avvantaggiarsi tra loro. La pausa per le nazionali è stata più benevola all’Inter che ritrova i suoi uomini tutti ad Appiano, mentre la Juventus li ha accolti acciaccati ma recuperati per domenica. Gli esperimenti per Mancini sono davvero terminati. La difesa a 3 non ha dato i frutti sperati e la Fiorentina ha chiarito definitivamente questo concetto. Due, i dubbi principali per Mancini: Jovetic in campo dopo aver smaltito del tutto l’infortunio accusato nel riscaldamento pre-partita in Inter-Fiorentina e puntare ancora su Kondogbia ma al posto di Guarin. Il montenegrino è pronto, come rivela lui stesso dai social, ma ciò che preoccupa il tecnico è una possibile ricaduta immediata, specialmente vista la tensione della gara che mette a dura prova i muscoli degli atleti.

Leggi anche:  Ziliani critica Abisso: "Ci sono arbitri che sembrano non conoscere il gioco del calcio. Se dai il rigore a Ibra..."

Fatto sta che Jo-Jo è indispensabile nello scacchiere di Mancini, anche se vorrebbe dire far tornare Perisic dietro le punte. Il croato, fresco di gol in nazionale, ha iniziato ad ingranare e la chiave di volta è stato il match contro la Samp a Marassi. Quando Perisic gioca largo fa vedere giocate di alta scuola e progressioni devastanti ma ci vuole a sua volta un esterno dalla parte opposta che segua l’azione.

Jovetic non è quel tipo di giocatore e per avere un doppione speculare a Perisic il pensiero ricade su Ljajic. Perisic-Icardi-Ljajic potrebbe essere una soluzione per sorprendere i bianconeri e soprattutto per vedere finalmente le ali e come terminale offensivo Icardi. Se invece la scelta dovesse ricadere su Jo-Jo, allora bisogna accantonare Perisic e inserire Ljajic come trequartista dietro al montenegrino ed Icardi. Purtroppo Jovetic esclude Perisic e viceversa. Ma se Mancini dovesse decidere di dare maggiore libertà d’azione al croato su tutto il fronte d’attacco, allora potremmo vedere ai due fuoriclasse in campo.

Leggi anche:  Serie A, il Milan non è ancora campione d'inverno ed ultima chance Inter. Ecco il perché

Altro nodo da sciogliere riguarda Kondogbia in campo o in panchina. Il francese non si sta esprimendo al meglio ma le qualità non si discutono. Giocatore talentuoso, di futuro avvenire ma ancora impacciato nel dettare i tempi di gioco. Il francese è sempre sul punto di esplodere e magari la Juve può innescare l’ordigno proprio a San Siro. Mancini, però, vuole cautelarsi tenendo in considerazione anche Guarin nel ruolo di mezz’ala. Il colombiano gode da sempre della fiducia del tecnico di Jesi e potrebbe essere l’uomo giusto per sbloccare partite come queste. Guarin incappa ancora in prestazioni poco convincenti per poi sbalordire tutti nei match successivi. Dunque notti insonni aspettano Mancini prima del big match che darà un’enorme scossa al campionato.

POSSIBILI FORMAZIONI:

4-3-3     Handanovic; Santon, Miranda, Murillo, Telles; Kondogbia, Melo, Brozovic; Ljajic, Icardi, Perisic.

Leggi anche:  Gasperini pre Udinese-Atalanta: "Obiettivo continuità. Pasalic? Pensavamo di recuperarlo subito"

4-3-1-2  Handanovic; Santon, Miranda, Murillo, Juan Jesus; Guarin, Melo, Medel; Ljajic; Jovetic, Icardi.

 

  •   
  •  
  •  
  •