Risultato Frosinone Sampdoria 2-0. Paganini e Dionisi regalano la vittoria ai ciociari

Pubblicato il autore: Livio Cellucci Segui

Frosinone

E’ festa grande a Frosinone: la squadra gialloazzurra ha battuto al Matusa la blasonata Sampdoria per 2 reti a 0, conquistando così la sua seconda vittoria in Serie A. Ora per la squadra di Stellone credere nella salvezza diventa anche un obbligo, oltre che una speranza. Deludente invece la Sampdoria di Zenga: la squadra genovese ci ha provato, soprattutto nel primo tempo, ad avere la meglio sui ciociari, ma poi ha dovuto capitolare davanti all’1-2 micidiale messo a segno nel giro di un solo minuto da Paganini e Dionisi.
Stellone per questa sfida ha dovuto rinunciare a Pavlovic. Per il resto la squadra è quella solita, con Rosi preferito a Matteo Ciofani sulla corsia di destra. Diverse invece le novità nella Sampdoria: con Regini al centro e Zukanovic sulla sinistra, a rimanere fuori è Mesbah. A centrocampo ci sono poi i giovani Carbonero ed Ivan, con Palombo in panchina. Fuori anche Barreto. Davanti la grande novità è rappresentata invece dall’inserimento di Cassano dal primo minuto, con Correa che si accomoda in panchina. Al pronti, via di Irrati, si intuisce subito che sarà la Sampdoria a dettare i ritmi di gioco. La prima occasione del match però capita ai ciociari, con Soddimo che si inventa un bel tiro a giro, alto di poco. Al 5′ la risposta doriana: Cassano lancia Muriel, che colpisce un palo clamoroso. La Samp spinge a pieno organico, nel tentativo di penetrare tra le maglie gialloazzurre, ma il Frosinone è ordinato e si difende bene, pronto a ripartire. Al 14′ ci prova Soriano con un tiro da fuori che trova pronto Leali alla respinta. Il Frosinone col trascorrere dei minuti capisce che la Sampdoria di quest’oggi non è delle più trascendentali, così piano, piano inizia anch’esso ad imbastire il proprio palleggio a centrocampo. Al 38′ Chibsah mette dentro un bel pallone tagliato per Daniel Ciofani, che però non ci crede e si fa così anticipare da Viviano in uscita. Un minuto dopo Soddimo ci prova su calcio di punizione, ma il suo tiro è facile preda del portiere blucerchiato. E’ il miglior momento del Frosinone in questo primo tempo: Dionisi ci prova con una strana ed imprevedibile parabola da fuori e Viviano è costretto a metterci la mano per salvare la propria porta. La Samp è nervosa e frustrata per l’andamento della gara e Cassano ci mette anche del suo, rifacendo il verso a Chibsah e beccandosi i fischi di tutto lo stadio.  Il tempo si chiude con un’iniziativa per parte, ma nè Soddimo, nè l’ex Eder riescono a sbloccare la situazione di parità.

Leggi anche:  Probabili formazioni Udinese-Inter: Conte si affida ai titolarissimi, Lasagna in campo?

Nel secondo tempo il Frosinone si getta con coraggio all’attacco ed in apertura Ciofani sfiora di testa il vantaggio per i ciociari. La risposta della Sampdoria però non si fa attendere: Pereira pesca Eder, che manda fuori. Il pubblico del Matusa sente che questa può essere la giornata del Frosinone e comincia ad invocare il goal. E la risposta del campo non si fa attendere: al 9′ su corner di Soddimo si inserisce Paganini e di testa batte Viviano per l’1-0. La Sampdoria fatica ad accettare lo svantaggio e si getta scriteriatamente in avanti, così dopo appena un minuto è il Frosinone a raddoppiare: Chibsah in verticale pesca Dionisi, lasciato colpevolmente libero dalla disattenta difesa ligure, per il ”Leone” diventa poi un gioco da ragazzi battere Viviano con un bel pallonetto. Il raddoppio manda a picco la squadra di Zenga, che non riesce a recuperare quell’intensità di gioco che aveva invece espresso nel primo tempo. Così è ancora il Frosinone a cercare la via del goal con Soddimo, il cui tiro termina però a lato. Zenga, nel tentativo di rattoppare. inserisce anche Correa in avanti. Ma il risultato non cambia, la squadra doriana appare troppo leziosa ed inconcludente in avanti. Ci prova allora anche Soriano da fuori, ma il suo tiro termina a lato. Poi è Eder a cercare la via del goal, ma Cassano non arriva sul suo tiro-cross tagliato. Nel finale Zenga le prova tutte: entrano anche Cassani e Rodriguez, ma il Frosinone sa come ci si difende e così di pericoli per Leali non se ne vedono. I 5 minuti finali assegnati da Irrati servono solo per annotare un contatto da rigore nell’area del Frosinone, su cui l’arbitro sorvola: Chibsah spinge Cassani al 93′. Non sarebbe cambiato un granchè… Vittoria meritata dunque per il Frosinone, che balza a quota 7 in classifica. Giornata decisamente no per la Samp…

Leggi anche:  Dove vedere Udinese-Inter, streaming Serie A e diretta tv SKY o DAZN?

Frosinone: Leali, Rosi, Blanchard, Diakitè, Crivello, Paganini, Chibsah, Gucher (dal 36’s.t. Gori), Soddimo, Dionisi (dal 41’s.t. Carlini), D. Ciofani. All: Stellone

Sampdoria: Viviani, Pereira, Moisander, Regini, Zukanovic (dal 38′ s.t. Cassani), Soriano, Ivan (dal 20′ s.t. Correa), Carbonero, Cassano, Muriel (dal 38′ s.t. Rodriguez), Eder. All: Zenga

Marcatori: 9’s.t. Paganini, 10’s.t. Dionisi

Ammoniti: Blachard, Dionisi (Frosinone), Moisander, Carbonero, Zukanovic, Ivan (Sampdoria)

  •   
  •  
  •  
  •