Sarri: “Non capisco le date dei calendari”

Pubblicato il autore: Francesco Moscato Segui

SARRI STAMPA
E’un Sarri polemico quello che si presenta davanti alle telecamere dopo l’importantissima vittoria del Napoli in casa del Chievo Verona al Bentegodi. Il tecnico napoletano, infatti, non vuole sentire la parola “Scudetto”, che reputa ancora come una bestemmia: “Non siamo secondi. Se siamo a pari punti con altre squadre vuol dire che siamo quarti o quinti. E’ stata una partita difficile, e mercoledì ne avremo un’altra molto difficile col Palermo, che ha 72 ore di riposo più di noi. Non capisco come hanno stilato i calendari, per le squadre che fanno anche le competizioni europee. Dovrebbero essere tutelate di più, invece le fanno giocare contro squadre che hanno maggior riposo nelle gambe e ciò non mi piace. Avremo infatti il 33% del riposo in meno.” Conti fatti in diretta quelli da Sarri, che nonostante l’ennesimo successo, non è d’accordo con le date dei calendari della Serie A. Poi un pensiero su Higuain, che è ancora il protagonista della vittoria del Napoli: “Se vediamo come ha segnato, posso solo dire, che è un gol tipico delle sie caratteristiche. E’ uno dei calciatori più importanti del campionato italiano, ed è uno degli attaccanti più forti al mondo”. Ora, il Napoli, con un Sarri così prepara la gara del San Paolo col Palermo.

Leggi anche:  Gol più veloci della storia Serie A, Lozano agguanta il podio: ma comanda Leao
  •   
  •  
  •  
  •