Stadio San Paolo, passo avanti

Pubblicato il autore: Francesco Moscato Segui

de laurentiis - de magistris san paolo
Finalmente è giunto l’accordo al Comune di Napoli, per la Convenzione dello Stadio San Paolo. E’ arrivata l’approvazione, e passa in consiglio comunale il maxi emendamento ed anche il canone che passa da 650 mila euro a 780 mila, e la tariffa della pubblicità da 3 mila a 3.500 euro. Il Napoli, sarà inoltre anche responsabile economico per quanto riguarda il rafforzamento dei servizi metropolitani, nelle gare serali, di campionato, Europa League e Coppa Italia. Questa convenzione, avrà la durata di due anni. La società di De Laurentiis, si occuperà anche del servizio di pulizia. Per i biglietti nominali per i consiglieri comunali in tribuna autorità se ne riparlerà in maniera concreta quando ci sarà la convenzione per il nuovo San Paolo. Sull’argomento, è intervenuto anche l’architetto Zavanella, che ha costruito lo Juventus Stadium di Torino: “L’approvazione è passata. E’ un passo importante, per il futuro del San Paolo, e della città di Napoli. Il Napoli, ha bisogno di un impianto, del valore della squadra, e della città. Ci vorrà un pò di tempo. In Comune hanno detto che sono pochi 20 milioni? Questo denaro, serve solo a cominciare il rifacimento, lo sappiamo anche noi, che non bastano, per effettuare il totale riammodernamento dell’impianto di Fuorigrotta. Sappiamo come De Laurentiis sia innamorato di Napoli e del Napoli. Metterlo a nuovo, darebbe un’immagine ancora più importante a livello internazionale al Napoli, ed alla città, in una posizione strategica in cui è posizionato lo stadio. Inoltre, c’è bisogno dell’aiuto di sponsor, per far sì che tutto avvenga nel migliore dei modi.”

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Gewiss Stadium, lavori in Curva Sud. Parcheggio sotterraneo diviso in due fasi: nel mezzo la costruzione della gradinata