Statistiche Milan, prime 8 giornate ultimi anni: Mihajlovic non il peggiore, ma il migliore è clamoroso!

Pubblicato il autore: Salvatore Balistreri Segui

statistiche milan
STATISTICHE MILAN, MIHAJLOVIC NEI GUAI – La sconfitta di ieri nel derby dell’Expo contro l’Inter, valevole anche come Trofeo ‘Luigi Berlusconi’, ha fatto segnare l’ennesimo passo falso del Milan in questo inizio di stagione 2015-2016. Un pessimo avvio che in pochi si sarebbero aspettati dopo la milionaria campagna acquisti messa in atto dalla società nella scorsa estate, ma con il quale bisogna giocoforza fare i conti quanto si è arrivati già a fine ottobre. Questo perché le parole rilasciate dal patron milanista Silvio Berlusconi suonano come un ultimatum per Sinisa Mihajlovic. Se nelle prossime tre partite (Sassuolo domenica, Chievo mercoledì nel turno infrasettimanale e Lazio domenica) il ‘Diavolo’ non dovesse racimolare almeno 7 punti, l’avventura del serbo sulla panchina rossonera potrebbe terminare notevolmente prima della scadenza naturale del suo contratto.

STATISTICHE MILAN, DUE NOTIZIE CLAMOROSE – Ma andando a ritroso e riguardando le statistiche Milan delle prime otto giornate degli ultimi cinque anni, ci si rende conto come l’inizio di stagione della squadra guidata dall’ex tecnico della Sampdoria non sia stato il peggiore. Nella stagione 2012-2013, infatti, il Milan di Massimiliano Allegri, che sarebbe poi miracolosamente riuscito a conquistare il terzo posto, chiuse le prime otto giornate con appena sette punti, frutto di due vittorie (contro Bologna e Cagliari), un pareggio (a Parma) e ben cinque sconfitte (subite in ordine contro Sampdoria, Atalanta, Udinese, Inter e Lazio). Il finale di stagione, però, riscattò degnamente un inizio in sordina, grazie al raggiungimento dell’obiettivo minimo posto allora dalla dirigenza milanista, e che contribuì a salvare anche la traballante panchina dello stesso Allegri (che sarebbe stato licenziato nel gennaio dell’annata successiva, 2013-2014, quando la sua squadra riuscì a conquistare un punto in più nelle prime otto giornate rispetto a quella dello stesso Mihajlovic).

Leggi anche:  Supercoppa Italiana, dove vedere Juventus Napoli: streaming gratis e diretta TV Rai 1?

Ma la notizia che desta scalpore non è tanto che qualcuno abbia fatto peggio di Mihajlovic (sono ormai cinque anni che i tifosi milanisti sembrano non vedere mai fine al peggio), quanto che l’allenatore capace di fare più punti in assoluto nella prima parte di stagione porta il nome dell’inesperto’ Filippo Inzaghi, che riuscì a portare a casa la bellezza di 15 punti (ad oggi si troverebbe appaiato a Napoli, Sassuolo e Lazio al quarto posto). Tanto è vero che sino alla sosta natalizia i rossoneri riuscirono sempre a rimanere a ridosso della zona Champions, salvo poi crollare inaspettatamente e clamorosamente nella seconda parte di stagione. Allora le squadre che caddero sotto i colpi del Milan targato Inzaghi furono la Lazio, il Parma (con il rocambolesco 4-5 del ‘Tardini’), il Chievo e il Verona, mentre la banda di ‘Superpippo’ riuscì a strappare due pareggi in rimonta a Empoli e Cesena e uno alla Fiorentina, cedendo soltanto alla futura campionessa d’Italia della Juventus in una sconfitta che fece crollare tutte le certezze acquisite dai rossoneri sino ad allora.

Leggi anche:  Moggi sicuro: "Ecco chi vincerà lo scudetto. Ora il Napoli è più forte della Juventus. Sarri è un traditore..."

A questo punto l’unico modo che ha Sinisa Mihajlovic di salvare la propria panchina, come detto, è quello di infilare un filotto di successi e risultati utili, che permettano così da un lato la risalita in classifica, e dall’altro il ritrovamento di quella fiducia nei propri mezzi che risulta essere fondamentale se non si vuol gettare al vento l’ennesima stagione.

Ecco le statistiche Milan dei primi 8 incontri di campionato negli ultimi 5 anni:
Stagione 2011/12: 14 punti in 8 partite (4 vittorie, 2 pari, 2 sconfitte)

Stagione 2012/13: 7 punti in 8 partite (2 vittorie, 1 pari, 5 sconfitte)

Stagione 2013/14: 11 punti in 8 partite (3 vittorie, 2 pari, 3 sconfitte)

Stagione 2014/15: 15 punti in 8 partite (4 vittorie, 3 pari, 1 sconfitta)

Stagione 2015/16: 10 punti in 8 partite (3 vittorie, 1 pari, 4 sconfitte)

  •   
  •  
  •  
  •