Ancora Tavecchio! Frasi antisemite

Pubblicato il autore: Francesco Moscato Segui

crisi parma
Ancora Carlo Tavecchio, nell’occhio del ciclone. Il presidente della Figc, dopo le frasi di circa un anno fa, riguardante “Optì Pobà” “che mangiano banane” e quello sulle donne, che non dovrebbero giocare a calcio. In una chiacchierata col direttore del sito SoccerLife, Massimiliano Giacomini, Tavecchio, avrebbe usato termini antisemiti e razzisti, che non sono andati per niente giù. Ed il Corriere della Sera, ha pubblicato dei passaggi, di questo dialogo contenenti espressioni omofobe, ed anche contro gli omosessuali. Intanto Carlo Tavecchio smentisce di tutto ciò: “Io sono vittima di un ricatto”, e afferma di avere “ottimi rapporti con la Comunità ebraica, non solo di natura sportiva, e ho sostenuto la posizione di Israele nell’ultimo Congresso della FIFA. Ogni tentativo di screditarmi e calunniarmi attraverso metodi illeciti, che rispondono a metodologie oggi purtroppo assai diffuse, sarà perseguito nelle sedi opportune”. Abbiamo però, le frasi shock, di Tavecchio, durante il dialogo, che lo inchiodano e lo coinvolgono in quest’ennesima bufera: “Tutto il patrimonio di Cecchi Gori lo rileva un certo Anticoli”.“Un ebreaccio. io non ho niente contro gli ebrei eh. Io sono il primo a sostenerli. In tutta la mia vita, ho lavorato, ero direttore di 28 filiali in Lombardia, c’erano tre filiali, quelle che andavano meglio, c’era dentro un ebreo”.”È meglio tenerli a bada. Ma mi dica una cosa è vero che lui…”Io non ho niente contro gli omosessuali. Però meglio lontani da me, io sono normalissimo”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Supercoppa Italiana, dove vedere Juventus Napoli: streaming gratis e diretta TV Rai 1?