Attentati di Parigi, Garcia, Digne e Rudiger: “Shock e paura. Il nostro pensiero va alle vittime e alle loro famiglie”

Pubblicato il autore: Ilaria Ceracchi Segui

Rudi GARCIA (Allenatore Roma) (Foto Bartoletti)
Ieri sera Rudi Garcia era presente allo Stade de France, a Saint -Denis nel nord di Parigi, per assistere alla partita amichevole Francia-Germania, finita 2-0 per i francesi. Ha vissuto, dunque, sulla propria pelle il terrore e la tragedia che stava andando in scena fuori e dentro lo stadio. Secondo La Gazzetta dello Sport, il tecnico giallorosso è stato immediatamente contattato dalla società capitolina, non appena è venuta a conoscenza dell’accaduto, per assicurarsi sulle condizioni di Garcia che ha, poi, tranquillizzato tutti comunicando di stare bene, di aver lasciato lo stadio e di essere tornato nella sua casa di Parigi senza problemi, ma di essere molto scosso per quanto successo. Garcia ha postato un messaggio su Twitter per esprimere la sua vicinanza alle vittime e alle loro famiglie.
Screenshot_2015-11-14-15-47-35-1
Anche Lucas Digne ha vissuto in prima persona l’atroce vicenda, in quanto era tra i convocati per l’amichevole disputata ieri sera. Il terzino della Roma, attraverso un post su Instagram, ha dichiarato di essere senza parole e, anche lui come il suo allenatore, ha espresso solidarietà per le famiglie delle vittime.
Screenshot_2015-11-14-15-56-15-1
Il difensore giallorosso Antonio Rudiger è stato un’altra vittima, solo psicologica per fortuna, degli attentati della scorsa notte, anche lui si unisce al coro di sostegno e vicinanza alle famiglie delle vittime. Lo fa attraverso Twitter: “Siamo tornati e stiamo bene, ma rimane un grosso shock e la tristezza per tutte le vittime e i loro familiari”.

Leggi anche:  Serie D, Lavello Taranto 2-3: i rossoblù conquistano la promozione in Serie C

Screenshot_2015-11-14-16-09-08-1

  •   
  •  
  •  
  •