De Sisti: “Spero che Rossi possa diventare il valore aggiunto dei Viola”

Pubblicato il autore: Gianfranco Mairone

de sisti

Ex campione della viola in passato Giancarlo De Sisti è stato intervistato dal quotidiano torinese Tuttosport, per parlare del gran cammino degli uomini di Paulo Sousa fino ad adesso e alla parola scudetto lui risponde così: “Vediamo, la strada è ancora lunga. Bisogna dire però che il tecnico si sta impegnando con tutte le sue forze, sta mettendo in campo tutte le sue risorse, le sue idee, la sua carica. La concorrenza non manca ed è molto forte, riguarda almeno quattro squadre, ma è indubbio che Sousa con i suoi giocatori stia facendo molto bene ed è giusto che Firenze sogni. Apprezzo molto il gioco dei viola e l’autorevolezza con cui affrontano le partite. Lo fanno da squadra che ha una forte autostima e che è sempre consapevole di poter condurre il gioco e la partita e ottenere il risultato a cui mira. Il possesso di palla oltre che tecnicamente pregevole è anche produttivo: disorienta gli avversari e permette di sfruttare gli spazi e aprire varchi invitanti”.

Leggi anche:  Mondiali, Brasile-Corea probabili formazioni: mondiale finito per due brasiliani

Riguardo l’ottima interpretazione delle partite: “Oltre a saper difendere, la Fiorentina sa attaccare. Spero che Giuseppe Rossi possa tornare quel mostro di giocatore che abbiamo tutti ammirato e diventare il valore aggiunto della squadra viola. Kalinic? Sousa, volendolo a tutti i costi d’estate, ha dimostrato di avere l’occhio lungo. E’ un attaccante che sa fare tutto: fa pressing, apre gli spazi, detta i passaggi, aiuta il centrocampo e ha fiuto del gol. Ha un’età che gli permette di essere nel pieno della carriera. Ha davvero tutto per diventare uno dei migliori goleador del campionato italiano”. Bernardeschi, quantità e qualità: “Ha fatto bene a prendersi il 10 e ora lo sta interpretando in modo moderno, abbinando la tecnica all’energia. Poi è finalmente un 10 ‘nostro’, della Fiorentina e del calcio italiano”. Reparto da migliorare?: “Non mi piace fare nomi, ma ho letto che Sousa ha già detto alla società cosa vuole. Io mi fido perché nessuno meglio di lui sa che cosa serve per puntellare e completare la squadra”.

  •   
  •  
  •  
  •