Garcia: “Non sottovaluteremo il Bologna. Un piacere rivedere Destro e Donadoni”

Pubblicato il autore: Luca Bonaccorso Segui

timthumb

Rudi Garcia, intervenuto in conferenza stampa, ha presentato il match col Bologna dell’ex Destro: ovviamente non sono mancati i riferimenti ai fatti di Parigi, da cui, essendo francese e per di più presente allo stadio, è stato colpito particolarmente.

PARIGIHo vissuto la cosa come ognuno di noi, sono cose orribili. Ne parlo ora e non ne parlo più. I primi pensieri vanno subito alle famiglie delle vittime, ai feriti, e dopo… hanno attaccato la nostra fonte di piacere, il ristorante, il concerto, la partita di calcio. Su questo dobbiamo rimanere uniti e continuare a vivere per non dare ragione a… non so come dire. Non sono nemmeno persone. Speriamo che tutti i grandi di questo mondo, i politici, riescano a trovare la soluzione per questo terrorismo. Queste purtroppo sono cose orribili, difficile toglierli dai nostri pensieri. I calciatori però, quando arrivano nello spogliatoio, se tolgono gli abiti borghesi, devono eliminare i problemi”.

SICUREZZA STADI.Allo Stade de France ha funzionato bene. Le gare cancellate erano per ragioni importanti, rischi, ma la vita nostra deve continuare. La Francia che gioca in Inghilterra è un’ottima risposta agli eventi. È uno spettacolo, la vita è già abbastanza dura per annullare le fonti di piacere del nostro mondo”.

OBIETTIVO VITTORIA. “Come sapete in ogni momento c’è la verità, bisogna capire dove siamo nella stagione. All’inizio è giusto dare minutaggio a tutti, alle volte è necessario. Basta vedere tutti gli infortunati adesso, poi bisogna dare continuità ai giocatori per fare la differenza. Iniziamo un nuovo ciclo, c’è la stanchezza dei primi quattro mesi. Tutti i giocatori però sono ok. L’unica cosa che conta è vincere domani. Con la Champions si rischia di avere il pericolo di sottovalutare il Bologna. Sarà un piacere rivedere Roberto Donadoni domani, nelle ultime due gare hanno vinto, prima della sosta. Sarà un Bologna con lo spirito totalmente differente, i ragazzi sanno che noi dovremo essere totalmente concentrati su questa gara e su nessuna altra cosa per prendere i tre punti”.

INFORTUNI E FORMAZIONE. “Anche con Salah e Gervinho siamo stati in grado di rispondere strategicamente. Non abbiamo giocato solo in contropiede, spesso abbiamo dovuto fare gioco. Non dimentico che prima dell’infortunio Iago Falque ha fatto bene, Iturbe ha le caratteristiche di velocità e potenza, non siamo senza risorse. Ci sono tanti giocatori che possono segnare in questa squadra. Sapete come funziono io, ci sono assenti e non possono giocare, forse pure meno per tre settimane. Gervinho, ma anche Salah e Totti. C’è spazio per gli altri e devono sfruttare questa cosa. Le soluzioni le abbiamo, Florenzi, Iturbe, ci sono i due ragazzini. Possiamo essere pericolosi in attacco”.

DELUSIONE BOSNIA“Ovviamente sono delusi dall’eliminazione da Euro 2016, per noi era importante vederli all’Europeo, ma li ho trovati in un modo molto positivo, come piace a me. Hanno tanta voglia di dare il loro contributo alla squadra, per una rivincita ottenendo grandi risultati“.

PERICOLO DESTRO. “Sarà un piacere rivederlo, è stato protagonista qui. È un calciatore di alto livello, ma è un uomo. Non c’è solo lui da osservare, parliamo di Giaccherini, Rizzo, BrienzaMounier, che conosco, è francese. Noi dobbiamo superare questa cosa e fare il nostro per ottenere la vittoria per queste otto partite”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Telecronisti Serie B 6^ giornata: tutte le voci Sky e DAZN