Gli ostacoli del Napoli? I giornalisti!

Pubblicato il autore: Francesco Moscato

nap-udi higuainIl Napoli non perde dalla fine d’agosto. Prima giornata di campionato, rimontato dal Sassuolo, che ha dato fastidio a parecchie big. Si trova lì a 22 punti, sognando l’Europa. Ha sempre vinto in Europa League, qualificandosi dopo quattro giornate ed è in una serie positiva da 11 giornate in serie A. E’ terzo in campionato, ed esprime con la Fiorentina il gioco più brillante e spettacolare. In Europa è seconda al solo Bayern Monacodi Pep Guardiola. Ma non basta. A Napoli, la squadra, troverà sempre un muro, un ostacolo. Chi? I giornalisti. I media, coloro che devono diffondere al pubblico, ai tifosi le notizie, informazioni, riguardanti la società, squadra, calciatori, e quant’altro. Purtroppo è così, ed è triste dover sottolineare questo evidente malessere.

A Napoli, non c’è domenica, o giorno infrasettimanale post-partita che non si trovi il pelo nell’uovo. Solo per punzecchiare il Napoli. Perché? La spiegazione è difficile da dare. Chi dice che la squadra dipende solo da Higuain; altri che dicono che è meglio quella col turn over; altri che propongono altri schemi. O è stesso l’entusiasmo della piazza che scombina le idee, oppure, vogliono il male, per destabilizzare l’ambiente. La perfezione, non si raggiungerà mai. La squadra dipende da Higuain, che è un attaccante, cosa deve fare il Pipita? Andare in porta?  E cosa succederebbe se il Napoli perdesse una partita? Ci sarebbero processi per direttissima in Tribunale? Esagerati.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Coppa di Georgia: affermazione della Torpedo Kutaisi
Tags: