Il Real batte a fatica il Psg e conquista gli ottavi. Cari Blancos, dov’è finito il calcio spettacolo di un tempo?

Pubblicato il autore: Ilaria Ceracchi Segui

Paris St Germain's Angel Di Maria controls the ball against Real Madrid's Isco during their Champions League Group A soccer match at the Parc des Princes stadium in Paris, France, October 21, 2015. REUTERS/Benoit Tessier

Gli spagnoli guidati da Benitez battono il Psg per 1-0 al Bernabeu grazie al goal di Nacho al 35′. Tuttavia, il Real Madrid oltre al proprio difensore, deve ringraziare anche il portiere del Psg Trapp, che ci ha messo senza dubbio del suo, e lo Shakhtar che ha vinto contro il Malmoe per 4-0, permettondogli, dunque, di arrivare a 10 punti e superare il girone. Fin qui tutto bene, se non fosse che la partita di ieri sera non è stata affatto la partita spettacolare che tutti ci aspettavamo. Ebbene sì, il Real Madrid ieri sera, come succede già da tempo, non ha messo in campo il calcio spettacolo che garantiva fino a qualche mese, quando a guidare CR7 e gli altri c’era Carletto Ancelotti…e se il problema fosse proprio il cambio di guardia in panchina? Vedremo.
Analizzando la partita, infatti, i francesi hanno espresso un buon calcio, creando molte occasioni e dominando i Blancos, soprattutto nel primo tempo. La fortuna però non è stata dalla loro parte: Verratti è costretto ad uscire al 17′ dopo una botta al perone sinistro, Trapp esce malissimo su un rimpallo e favorisce il goal che decide il match, Rabiot e Di Maria colpiscono il palo,  mancando il goal che avrebbe regalato ai francesi, perlomeno, un pareggio più che meritato.
Sono gli stessi Blancos a rendersi conto della brutta prestazione di ieri sera e che la Dea Fortuna vestiva la loro maglia; primo fra tutti Sergio Ramos che ai microfoni dei cronisti ha dichiarato: “A Parigi avevamo giocato meglio e conquistammo solo un punto, oggi non abbiamo disputato una gran gara ma siamo stati capaci di vincere. Dobbiamo riflettere, ci sono molte cose che non abbiamo fatto bene in questa partita “.
L’autore del goal Nacho Fernández, al termine dello scontro ha parlato a Radio Onda Cero:” Non è stata la gara che ci aspettavamo di fare. Volevamo fare meglio rispetto al match d’andata a Parigi, abbiamo vinto ma non siamo pienamente soddisfatti”.
Oltre ad aver perso la vivacità e la fantasia  (almeno così sembra in questo avvio di stagione), il Real Madrid ha perso, seppur momentaneamente, Marcelo, giocatore fondamentale per la squadra del Re . Difatti, il difensore brasiliano ha abbandonato il campo al 32′ a causa di un fastidio al bicipite femorale della gamba sinistra e, oltre al match di domenica contro il Siviglia, rischia di dover saltare anche il Clásico del prossimo 21 novembre.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Insigne cerca il 100° gol in azzurro ma sbaglia quello più importante