Interviste ai tifosi durante Napoli-Midtjylland

Pubblicato il autore: Francesco Moscato Segui

nap-mid
Il Napoli raggiunge quindi, con due giornate d’anticipo il passaggio ai sedicesimi di finale d’Europa League, travolgendo i danesi del Midtjylland, con 5 palloni. Gara, senza storia, il Napoli, poteva anche approfittare del pareggio, che l’avrebbe qualificato in egual maniera, ma non ha voluto rischiare, e con le reti di El Kaddouri, Gabbiadini, Maggio e Callejon, rispedisce gli ospiti nell’alta Europa. Sarri, rientrato negli spogliatoi, ha chiuso la porta, ed ha urlato il nome dell’Udinese, per caricare già i ragazzi. I numeri del Napoli in Europa League, sono scoppiettanti: 16 gol fatti, 1 subito, 12 punti, e primo posto, che lo favorirà probabilmente anche nel sorteggio. Questa ennesima vittoria, condita da una buona gara, ben impostata e dominata dalle seconde linee, dà maggior fiducia sia al tecnico che ai calciatori. Come Valdifiori, David Lopez, El Kaddouri, autore della prima rete con la maglia del Napoli. Il San Paolo, festante, nell’ultima ventina di minuti, ha pensato a cantare e a supportare i ragazzi, che hanno raggiunto il loro obiettivo. E c’è stato uno striscione polemico, contro le parole di De Laurentiis, che in settimana, orgogliosamente, disse che, il Napoli, nacque nel 2004, anno in cui lo prelevò dal fallimento. In curva B, non erano d’accordo: infatti, hanno mostrato una decina di striscioni con la data “1926”, e ringraziavano il primo presidente del club azzurro Ascarelli. Abbiamo intervistato qualche tifoso azzurro, sulla condizione del Napoli, dopo il pareggio di Genova e della gara con il Midtjylland.

Leggi anche:  Udinese, Lasagna pronto alla cessione con il Verona

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: