Italia, Montolivo: “Se sono qui vuol dire che ho soddisfatto il ct”

Pubblicato il autore: Gianfranco Mairone Segui

montolivo

Giornata di conferenza stampa a Coverciano, infatti ha parlato il centrocampista rossonero Riccardo Montolivo. Si è soffermato su vari temi riguardanti il club di via Aldo Rossi e la Nazionale, ecco le sue dichiarazioni:

Sul centrocampo azzurro: “C’è grande qualità e concorrenza. Ognugno di noi vorrà dare il massimo per convincere il ct. Io a causa dell’infortunio ho perso tempo, sono l’ultimo arrivato, e per questo che so di dovermi conquistare un posto facendo una grande stagione con il Milan”.
Sul ruolo: “Le mezze ali hanno compiti d’inserimento maggiori rispetto a quelli di un centrale. Al Milan mi sto specializzando nel ruolo del regista, ma qui stiamo lavorando su più moduli. Credo di poter fare la mia parte”.
Su Balotelli: “Mario adesso non sta bene. Deve pensare a guarire dalla pubalgia. Se può rientrare nel giro è difficile da dire. Prima deve conquistarsi una maglia nel Milan. Dovrà sudarsela. Anche lui deve pensare ad uno step alla volta: prima stare bene, poi il Milan e infine la Nazionale”.
Sulle ultime cinque gare al Milan: “Si sono visti dei passi avanti notevoli sotto molti aspetti. Siamo delusi per il risultato con l’Atalanta, ma dobbiamo continuare a credere nel lavoro che stiamo facendo. La gara con la Juve arriva a puntino per dare un segnale. Com’è accaduto con la Lazio”.
Sulla seconda convocazione consecutiva: “Ci speravo. Nel Milan sto facendo bene e se sono qui vuol dire che ho soddisfatto il ct”.
Sulle analogie fra Conte e Mihajlovic: “Ci sono nella gestione del gruppo e non solo”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Milan, fiato sospeso per Ibrahimovic: infortunio al San Paolo