Jorginho, dalle stalle alle stelle. Nel mirino di Conte e Arsenal

Pubblicato il autore: Francesco Moscato Segui

Jorginho-752x440
Era entrato nell’occhio del ciclone l’ano scorso. Centrocampo che non rendeva per causa sua. Perché non si amalgamava con il gioco di Rafa Benitez. Non era protetto dagli attaccanti, e non aveva quegli spunti che si erano visti a Verona, l’anno prima. Il Napoli, lo prese dall’Hellas, nel mercato riparazione, e per i primi 5 mesi, non fu nemmeno male. Segnò il terzo gol nella seminale contro la Roma al San Paolo, e vinse la Coppa Italia. Forse avete capito di chi si parla. Jorginho. Che in estate, il Napoli, avrebbe ceduto, per prendere i vari Saponara, Soriano, Darmian, Maximovic, e chi più ne ha più ne metta. Sarri, volle Valdifiori, futuro perno del centrocampo napoletano. Ma l”ex regista dell’Empoli, non l’ha convinto. Ed ecco, che nelle sue grazie, è entrato Jorginho, l’italo-brasiliano. E stupisce prima di tutto i suoi denigratori, molti, tra quali i tifosi e giornalisti, che si credono i nuovi Nereo Rocco e vari. Prestazioni da incorniciare, nel nuovo 4-3-3 azzurro è protetto, e può gestire la squadra. Voti alti nelle pagelle. Antonio Conte, Commissario Tecnico della Nazionale, è andato a Milano a vederlo, al San Paolo per Napoli-Juventus, e fatto sta, che potrebbe essere chiamato per le due amichevoli che l’Italia terrà contro Belgio e Romania. Davvero una bella soddisfazione per il centrocampista del Napoli. Mercoledì scorso, col Palermo, osservatori dell’Arsenal, sono andati a Napoli, per visionarlo. Ma il Napoli, ha già chiuso le porte.

Leggi anche:  Quanto bello è l'Hellas Verona, sorpresa del campionato
  •   
  •  
  •  
  •