La Roma verso Barcellona, Garcia spera nel recupero di De Rossi e pensa a Pjanic regista offensivo

Pubblicato il autore: Edoardo Evangelista

La Roma verso Barcellona, Garcia spera nel recupero di De Rossi e pensa a Pjanic regista offensivo
La Roma verso Barcellona, Garcia spera nel recupero di De Rossi e pensa a Pjanic regista offensivo.
Archiviata la trasferta di Bologna, in casa Roma si pensa ovviamente alla delicata trasferta di Barcellona. Diversi i nodi da sciogliere in vista di martedì per Garcia, che deve scegliere il terzino destro tra Maicon e Florenzi e, di conseguenza, chi affiancherà Iago Falque nel supporto a Dzeko, ovvero Florenzi o Iturbe. Il dubbio più grande, però, è senza dubbio quello legato all’eventuale pieno recupero di Daniele De Rossi, che ha un problema muscolare alla coscia che gli ha generato un’ematoma nella zona interessata dal fastidio. Il giocatore, così come per la trasferta di Bologna, figura tra i convocati per Barcellona, dove presumibilmente Garcia lo schiererà anche non al 100%.

De Rossi ha effettuato degli accertamenti dopo la seduta di rifinitura di venerdì a Trigoria, controlli che hanno escluso lo spettro di lesioni muscolari. Come detto, De Rossi era convocato per la partita di ieri contro i felsinei, ma in accordo con il tecnico e lo staff medico-fisioterapico ha preferito restare a Roma per lavorare alacremente sul suo fisico, in vista di una partita, quella di domani, che si preannuncia più complicata del previsto. Le assenze di Salah e Gervinho, infatti, mettono in seria difficoltà Garcia, che se da un lato è tentato di confermare Iturbe su un campo dove si apriranno spazi per il contropiede da sfruttare con estrema velocità, dall’altro potrebbe affidarsi all’esperienza di Maicon con Florenzi spostato in avanti, al fine di privilegiare il controllo del pallone rispetto all’attacco della profondità. In mezzo al campo, invece, Seydou Keita sembra favorito su Vainqeur. Il maliano è stato tolto precauzionalmente al 15′ del secondo tempo al Dall’Ara, complice una condizione non ancora adeguata per reggere 90′, per di più su di un terreno di gioco così pesante. Ma contro la sua ex squadra Keita vuole esserci a tutti i costi, e appare difficile pensare che Garcia rinunci alle sue qualità e alla sua preziosa esperienza in mezzo al campo.

Leggi anche:  Dove vedere Iran-USA, GRATIS in streaming e diretta Tv

Non è da scartare che Garcia rinfoltisca la linea mediana con entrambi, Vainqeur e Keita, qualora De Rossi non recuperasse. Di conseguenza, Pjanic sarebbe spostato nel ruolo di regista offensivo, scalando sulla linea di Nainggolan e compagni in fase difensiva, ed agendo da autentico trequartista quando sarà la Roma ad impostare il gioco. In questo caso, l’unica scelta verosimile sarebbe quella che vede Florenzi nella posizione di terzino, con Iago Falque più defilato di Pjanic ed egualmente chiamato a supportare Dzeko, per evitare che il bosniaco resti troppo isolato nella morsa dei centrali blaugrana. Il Barcellona dopo la partita di ieri fa se possibile ancora più paura. Il Real Madrid, in partita per appena 30′, è stato ridicolizzato per almeno un’ora di gioco. Ancor più impressionante, i blaugrana sembrano aver trovato la quadra anche senza la presenza di Messi, che ieri è tornato in campo dopo uno stop di due mesi. La condizione di Suarez e Neymar è cresciuta di pari passo con l’intesa tra i due. Tutti elementi che lasciano pensare ad una partita molto diversa da quella giocata all’andata all’Olimpico, dove un Barcellona apparentemente disorientato dalla fresca perdita di Messi si rese protagonista di una partita a tratti incolore, figlia di quello che resta ad oggi l’unico momento di difficoltà tecnica vissuto dal Barcellona da un anno a questa parte. I ragazzi di Luis Enrique persero quattro giorni dopo a Siviglia, in una partita intensa in cui gli ospiti colpirono quattro legni. Il momento adesso è quasi opposto, con la Roma che ieri non ha impressionato nonostante un campo in condizioni al limite.

  •   
  •  
  •  
  •