La solidarietà del mondo Ultras al popolo sannita

Pubblicato il autore: Nedo Ludi Segui

Striscione-Casertana-per-Benevento-938x535
Sono passate ormai due settimane dalla tragedia che ha colpito la città di Benevento, quando il fiume Calore nella notte tra il 14  ed il 15 ottobre scorso, a seguito di abbondanti piogge, è straripato, lasciando dietro di sé una scia di morte e distruzione senza eguali nella storia della città sannita.
Fin da subito sono stato colpito da come una simile tragedia sia passata in sordina nelle principali fonti di informazione del nostro paese che, probabilmente, hanno trovato più “appetibile” la notizia del pensionato-sceriffo di Vaprio d’Adda (come dimostrato, peraltro, dal vespaio di polemiche che ne è seguito a cui sono seguite le sotto-polemiche sulla legittima difesa, etc), relegando una delle più grandi tragedie degli ultimi anni nella sezione dedicata alla cronaca locale.
Eppure in molti non si sono dimenticati di quanto capitato a Benevento ed ai suoi abitanti, ed in maniera silenziosa e spontanea, mentre il resto d’ Italia tornava a chiedersi se è giusto sparare ai ladri o ad indignarsi per i “bonus pistola” del sindaco “pistola” (scusate il francesismo), hanno mandato aiuti concreti oltre ad una grande testimonianza di solidarietà. Udite udite questi alcuni sono i rappresentanti delle curve italiane di tutte le categorie, o, se preferite gli Ultras. Eh sì, proprio quelli che tv e giornali vogliono farci vedere solo come bestie razziste assetate di sangue hanno saputo essere più “umani” più di tutte quelle istituzioni che, ormai da lungo tempo, hanno dichiarato loro guerra.
Con questo non voglio dire che tutti gli Ultras siano dei santi, vittime di una persecuzione arbitraria, ma voglio, come si suol dire, dare a Cesare quel che è di Cesare e quindi trovo giusto, quando esponenti del tifo organizzato fanno qualcosa di mirabile come in questo caso, riconoscerglielo.
Il mio plauso va, quindi, a tutti i gruppi Ultras (non provo nemmeno a fare un’elenco perché sono veramente tantissimi e non mi perdonerei di dimenticarne qualcuno) dalla serie A fino alla D, amici o rivali della tifoseria beneventana, che hanno dimostrato una volta di più con la pratica uno dei valori fondamentali della mentalità Ultras: la solidarietà.

Leggi anche:  Parma, 4 nomi per la salvezza
  •   
  •  
  •  
  •