Lazio Dnipro, la conferenza stampa di Pioli

Pubblicato il autore: Gianfranco Mairone

??????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????

Domani torna in campo la Lazio nel match di Europa League con il Dnipro. Situazione difficile per i biancocelesti visto il momento no che attraversano in campionato. Da poco è terminata la conferenza del tecnico Stefano Pioli, ecco le sue parole:

Sul momento. “È delicata, dei risultati e delle prestazioni che in campionato non ci stanno dando ragione. Questa mancanza ci ha tolto fiducia e convinzione, dobbiamo ritrovare il prima possibile. Risultati positivi e prestazioni di spessore”.

Sulla luce in fondo al tunnel: “Visti gli ultimi incontri si vedono solo le cose negative, ma alla fine conta quello che metti sul campo. Siamo a un punto in meno rispetto alla scorsa stagione, siamo la terza peggior difesa del campionato, ma concediamo meno cross agli avversari. Nelle poche occasioni dobbiamo lavorare meglio. Però nei gol segnati potremmo essere più avanti, abbiamo avuto nove palle gol con il Palermo e segnato solo su rigore”.

Leggi anche:  Cagliari: dubbio offensivo per Liverani, chi giocherà? Ecco la probabile scelta

Sulla gara con il Dnipro: “Dobbiamo prendere tutte le occasioni per dimostrare che siamo una squadra, non è normale non vincere da circa un mese. Questa partita ci permette di passare il turno con una giornata di anticipo”.

Sul rendimento differente fra campionato e coppa: “Quest’anno ci sta mancando la continuità, alternato prestazioni buone a meno, cambiano gli avversari in Europa League. Giocano un calcio offensivo, concedono più spazi, per le nostre caratteristiche è pure più semplice. Non dobbiamo aver fretta, troppe volte non prendiamo la decisione giusta. Muovere la palla un po’ di più ci porterebbe vantaggi. L’ultimo passaggio, l’attacco alla porta con più giocatori, bisogna provarlo”.

Sul ritiro e la squadra: “A me le parole interessano poco, si potevano utilizzare parole differenti. Atteggiamenti e comportamenti di domenica, quelli che ho visto domenica, sono quelli di una squadra che vuole venire fuori. Noi siamo stati la squadra che ha corso di più da tutto il campionato. Questo dipende dalla voglia e non solo dalla condizione fisica. Il ritiro decisione presa dalla società e condivisa da me”.

Leggi anche:  Premier League, Crystal Palace-Chelsea: dove vederla in TV e streaming

Su Biglia limitato in Serie A: “Ci conoscono di più, provano a fermare le nostre fonti di gioco. Noi possiamo cambiare e migliorare, ma i numeri e il volume di gioco dovrebbero creare più occasioni: dobbiamo solo fare scelte diverse”.

Sui giorni di lavoro: “Dobbiamo confrontarci sulle situazioni da migliorare, vale per tutti ma per il tipo di gioco che dobbiamo fare, soprattutto quando perdiamo palla dobbiamo ritornare ad avere quella intensità nelle ultime partite”.

  •   
  •  
  •  
  •