L’involuzione di Mateo Kovacic

Pubblicato il autore: Piero Giannoni

1697060-35939689-640-360DOPO L’OTTIMO ESORDIO INIZIALE, L’EX INTERISTA FATICA A MADRID
Sembrava essere un predestinato in nerazzurro ed ora si riscopre essere “uno dei tanti” a Madrid. Questa è l’involuzione di Mateo Kovacic. Dopo essere andato via dall’Inter con una trattativa lampo per la cifra di 35 milioni più bonus, il giovane croato (come peraltro era preventivabile) fatica a trovare spazio.
Ottimo l’inizio del centrocampista, con la grande prestazione sfoderata a Bilbao eppure da lì in poi Rafael Benitez, sembra averlo dimenticato in panchina. Ben lontani sono i tempi in cui questo talento (classe 1994 ) mostrava di avere ottimi numeri sul campo di San Siro. Stando così le cose il vero affare, pare averlo fatto Piero Ausilio viste le cifre ottenute.

Tali cifre, hanno poi consentito alla società di ammortizzare l’acquisto di Geoffrey Kondogbia. Dettaglio non trascurabile, vista anche la piega intrapresa dall’entourage di Erick Thohir e da tutta la società che sta così pian piano ricostruendo una base vincente, dopo alcuni anni di difficoltà economiche.
Certo è che a dispetto delle premesse e delle cerimonie fatte in casa Real Madrid, l’involuzione di Mateo Kovacic, pare essere stata piuttosto brusca e repentina. Il  centrocampista avrà però tempo per rifarsi e ne ha tutte le carte in regola.
Solo più avanti avremo una conferma definitiva, anche se essere accolti con la frase “ Abbiamo preso un ottimo giocatore per la panchina “ non deve essere il massimo.
Vedremo se l’involuzione di Mateo Kovacic proseguirà (rivelandosi poi un flop madrileno, come le cessioni di Cambiasso, Samuel e Snejider) o mostrerà definitivamente le sue potenzialità.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Rinnovo Leao, il portoghese rompe il silenzio: le sue parole dal Qatar