Milan, ag. Boateng: “Il presidente è molto legato al ragazzo”

Pubblicato il autore: Gianfranco Mairone Segui

Db Milano 20/02/2013 - Champions League / Milan-Barcellona / foto Daniele Buffa/Image Sport nella foto: esultanza gol Kevin-Prince Boateng

A margine dell’evento per la presentazione di Football Manager ha parlato Federico Pastorello agente di Kevin Prince Boateng, ecco le sue parole:

Sul possibile futuro di Boateng al Milan: “Ha tantissima voglia ovviamente ed è un suo desiderio, però è una situazione complicata perchè è sotto contratto con lo Schalke ancora per un anno, perciò è possibile che rimanga ancora lì, tenendo anche conto del fatto che il contratto che lo lega ai tedeschi è economicamente importante. La disponibilità del Milan è stata straordinaria e voglio ringraziare pubblicamente sia Galliani che Mihajlovic che hanno dato la possibilità a Prince di allenarsi con una squadra, dato che con lo Schalke non poteva allenarsi con il resto dei compagni. E’ stato importante partecipare anche alle amichevoli dei rossoneri, è un ringraziamento che faccio anche a nome suo. Vediamo, se riterranno che Prince possa tornare utile nella seconda parte della stagione, dalla nostra parte c’è la disponibilità”.

Leggi anche:  Udinese-Atalanta probabili formazioni: ecco le ultimissime

Sul parere dello Schalke: “Loro ovviamente non contano più sul ragazzo, dato che lo hanno messo tecnicamente fuori rosa. Noi non vogliamo fare battaglie in tal senso e assecondare le loro richieste. Se loro ritengono che non possa più essere utile alla causa ne prendiamo atto e ci guardiamo attorno per questo motivo”.

Sulle parole di Mihajlovic e Berlusconi che ne parlano come fosse già del Milan: “Il presidente è molto legato al ragazzo, personalmente si sono anche visti. Prince è molto orgoglioso di questo rapporto. Ho letto anche io le dichiarazioni e fanno ben sperare, poi vediamo”.

Sulle condizioni di Boateng: “Si sta allenando da tutti i giorni, da ormai un mese e mezzo. E’ un grande professionista, si sono dette tante stupidaggini sul suo conto. E’ un atleta che deve fare un lavoro particolare per la conformazione del ginocchio, ma questo non inficia nè le prestazione nè la sua affidabilità. Non è l’unico con questo problema al ginocchio che gioca”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: