Napoli, dalla svolta alla conferma

Pubblicato il autore: Francesco Moscato

Napoli – MidtjyllandAll’andata, tra Napoli e Bruges, Maurizio Sarri, veniva da un pareggio con l’Empoli, che aveva messo sulla graticola Maurizio Sarri, ed il suo 4-3-1-2 tanto che parecchi “professionisti” in materia, chiedevano la testa dell’ex allenatore toscano. Poi, nell’incontro d’Europa League, coi belgi, Sarri, passò al 4-3-3, che portò i suoi frutti. Uno scoppiettante 5-0 che sancì la nascita dell’odierno Napoli, che non perde dal 26 agosto. Da quella partita, il Napoli, si replicò con la Lazio, sempre con lo stesso risultato di 5-0, ed ha trovato una sua quadratura, con movimenti, possesso palla, schemi ed azioni, che l’hanno resa la squadra che gioca il miglior calcio. Fu una svolta, tanto che in Europa League, Sarri, cambiando sempre i protagonisti in campo, ha ottenuto la qualificazione, dopo 4 giornate. Stasera in Belgio, Sarri, come disse nella sua conferenza stampa, chiede la quadratura. Ritiene questo match molto importante, per avvicinarsi all’Inter, vuole entrare nella mentalità vincente. Come sappiamo, quattro titolarissimi sono a Napoli, anche per rifiatare un po’ ed essere pronti e al lucido per il big-match di lunedì al San Paolo contro l’Inter. Sarri, darà maggior spazio, a chi ha avuto un minutaggio inferiore, ma questo non vuol dire, che sarà una partita da prendere con le molle. Sarri, vuol vedere la stessa mentalità vincente da parte di tutti i suoi uomini. Purtroppo, con uno stadio pieno, sarebbe stato maggiormente gratificante.

Leggi anche:  Cagliari: il progetto Liverani rischia già di naufragare. Sarà comunque esonero?
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: