Napoli Inter: le parole di Mancini

Pubblicato il autore: Giuseppe D'Anna

mancini-conferenza-610x400

MILANO – Napoli Inter si avvicina. Roberto Mancini, ha parlato nella consueta conferenza stampa, dal centro sportivo Angelo Moratti, prima della partenza per Napoli dove, domani sera, i nerazzurri affronteranno la squadra allenata da Maurizio Sarri.Queste le parole di Mancini: In queste partite bisogna dare tutto quello che si ha, sia in fase difensiva, sia in fase offensiva. Domani sera bisogna dare tutto. Bisogna attaccare in tanti, fino alla fine, per fare gol. Le squadre migliori sono quelle che segnano tanto e subiscono poco. Raramente è capitato che una squadra fosse così in alto segnando pochi goal, la mentalità e l’attenzione alla fase difensiva sono fondamentali”. Dunque, il Mancio tesse le lodi al Napoli, parlando di squadra che segna molto e che subisce poco, ma elogia anche la sua squadra, soprattutto per la fase difensiva.

Il tecnico parla di una sfida molto importante, ma non decisiva: “Credo che la sfida conti molto, giochiamo contro la seconda in classifica, anche se il risultato non cambierà nulla. Ho sempre detto che Napoli, Roma, Fiorentina e Juventus hanno tutte le carte in regola per la vittoria finale, hanno cambiato poco e sono forti. Non si vince da parecchio al San Paolo, ma tutto è possibile, anche se gli azzurri giocano in casa e sono favoriti”.

Per quanto riguarda la formazione che scenderà in campo, l’allenatore non si sbilancia: “L’unica certezza è Handanovic. Icardi? Non mi sento di dare certezza a nessuno dei titolari, è giusto che tutti restino concentrati e siano pronti a scendere in campo.  Paragone con Higuain? Il Pipita è fortissimo, ma Mauro diventerà un grande attaccante. Cambio spesso formazione perché, in questo momento, per me è giusto così. Siamo in crescita, non abbiamo certezze: tutti devono essere sempre pronti. Il Napoli è una grande squadra, costruita con logica nel corso di questi anni, personalmente non so se sapere la formazione in anticipo potrebbe essere un vantaggio: Sarri ha delle certezze, gli azzurri si stanno confermando, una squadra davvero buona. Io non lo conosco benissimo, ma si sta confermando anno dopo anno, è un bravo allenatore. So che Insigne, Higuain e Callejon ci metteranno in difficoltà.”


  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Salernitana: Nicola in bilico, decisiva la prossima gara. Esonero in arrivo?