Palermo-Juventus: ancora 3-5-2 per Allegri

Pubblicato il autore: Salvatore Masiello

Paulo Dybala
Il posticipo domenicale della quattordicesima giornata di Serie A sarà Palermo-Juventus.  I bianconeri, reduci dall’esaltante prova contro il Manchester City in Champions League, dove hanno anche ottenuto la qualificazione agli ottavi di finale, non vogliono fermarsi ed hanno intenzione di continuare la scalata verso le zone alte della classifica. Il distacco dalla vetta, infatti, è ancora di nove punti, ma l’obiettivo, come dichiarato da Massimiliano Allegri nelle scorse settimane, è quello di ridurlo entro la sosta natalizia. Quello di domenica, però, sarà anche e soprattutto il match di Paulo Dybala, il quale giocherà per la prima volta contro il suo ex club. L’argentino, infatti, è giunto in bianconero la scorsa estate per  una cifra molto importante, circa 40 milioni di euro bonus compresi e, dopo un breve periodo di ambientamento, sta finalmente mettendo in mostra tutto il proprio talento anche alla Juventus.

Leggi anche:  Serie A, dove vedere Monza-Spezia: streaming e diretta tv DAZN o SKY?

In casa rosanero, invece, il tecnico Davide Ballardini, subentrato da poco più di una settimana a Beppe Iachini, ha esordito nello scorso turno di Serie A con un pareggio esterno contro la Lazio, mettendo in campo una squadra molto organizzata e che probabilmente avrebbe meritato qualcosa di più in chiave risultato. L’intenzione, in vista di domenica prossima, è certamente quella di compiere una vera e propria impresa davanti al pubblico del ‘Barbera’, anche per allontanare la zona retrocessione, adesso distante soltanto quattro punti. L’allenatore romagnolo, inoltre, dovrà ovviamente dare risposte positive al presidente Maurizio Zamparini, il quale si aspetta una grande prova dalla sua squadra, anche contro un avversario di alto livello come la Juve.

Palermo-Juventus: le probabili formazioni

Per quanto riguarda le formazioni, Ballardini dovrebbe confermare gli undici della scorsa giornata, i quali verranno schierati in campo nuovamente con un 4-3-2-1 abbastanza offensivo. In difesa confermato il giovane Goldaniga (ex bianconero), mentre nel reparto offensivo Vazquez e Brugman saranno i trequartisti dietro l’unica punta Alberto Gilardino.

Leggi anche:  Cagliari: le parole di Liverani in conferenza stampa. Dubbio a centrocampo?

In casa Juventus, invece, Massimiliano Allegri dovrebbe affidarsi nuovamente al 3-5-2 visto in Champions League e con cui la squadra, anche secondo Barzagli, sembra trovarsi meglio. A centrocampo si tenterà di recuperare Khedira, ma nel caso il tedesco fosse ancora indisponibile, ballottaggio Lemina-Sturaro con il francese favorito. In attacco Mandzukic dovrebbe riposare, quindi Morata è il favorito per affiancare l’ex Paulo Dybala, capocannoniere dei bianconeri. Ancora panchina per Cuadrado, pronto a subentrare a partita in corso per dare più velocità alla squadra.

Palermo (4-3-2-1): Sorrentino; Struna, Goldaniga, Gonzalez, Lazaar; Rigoni, Jajalo, Hiljemark; Brugman, Vazquez, Gilardino

Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Lemina, Marchisio, Pogba, Alex Sandro; Morata, Dybala

Palermo-Juventus: i precedenti

Palermo-Juventus di domenica 29 novembre sarà il ventisettesimo confronto tra le due squadre in terra siciliana. I precedenti vedono i padroni di casa in svantaggio con 6 successi contro i 12 dei bianconeri, ultimo la scorsa stagione con rete di Alvaro Morata, mentre i pareggi sono stati 8. I rosanero non battono, invece, la ‘Vecchia Signora’ dalla stagione 2010-2011, ovvero quando si imposero per 2-1 con reti di Miccoli e Migliaccio; negli ospiti andò a segno Claudio Marchisio. Da segnalare, poi, l’emozionante sfida del 2007-2008, vinta sempre dal Palermo con il risultato di 3-2.

  •   
  •  
  •  
  •