Posticipo Lega Pro 9ª giornata: il Lecce vince il derby col Monopoli e sale al quarto posto

Pubblicato il autore: Pierluigi Persano Segui

moscardelli

Tutte le squadre del girone C di Lega Pro sono avvisate: il Lecce è tornato, e si candida seriamente ad un ruolo di protagonista per la vittoria del campionato.
Nel derby con il Monopoli arriva la terza vittoria consecutiva in campionato per il nuovo tecnico Braglia (che mercoledi scorso ha battuto anche il Matera in Coppa Italia di Lega Pro), che ha totalmente trasformato una squadra che nelle sei partite della gestione Asta era apparsa demotivata e senza una vera e propria identità di gioco.
Il Lecce scende in campo con un 4-4-2 con il rientrante Moscardelli e Curiale coppia d’attacco, che in fase offensiva diventa un 4-2-4 molto spregiudicato con le ali Doumbia e Vecsei che assistono il reparto offensivo.
Il Monopoli di Tamborra si schiera invece con il solito 3-5-2, affidandosi in avanti alla coppia Gambino-Croce e a centrocampo alla fantasia di Rosafio (giovane di proprietà del Lecce).
Il primo tempo è tutto di marca giallorosso, con il Lecce che nasconde il pallone agli avversari e tiene sempre il pallino del gioco. Dopo un quarto d’ora Doumbia chiama Pisseri ad una parata difficile con un tiro indirizzato all’incrocio. Poi al 22′ arriva il meritato vantaggio leccese, con Moscardelli che grazie ad una leggera deviazione della barriera batte il portiere barese con una punizione dai 25 metri.
Vecsei e Doumbia sulle fasce sono incontenibili, ma i palloni che arrivano a Curiale non vengono finalizzati con la giusta precisione.
Nella ripresa dopo due minuti il Lecce con un contropiede fulminante ha l’occasione di raddoppiare, ma Vecsei a pochi metri dallo specchio trova l’intervento di Pisseri in corner.
Alla lunga si fa vedere in avanti il Monopoli, complice anche il calo fisico dei salentini, che impensierisce Perucchini con qualche palla alta. E al 65′ si vedono annullare il gol del pareggio: Perucchini sbaglia il tempo dell’uscita, e dopo una mischia Croce segna il gol poi annullato dall’arbitro Pagiardini tra le proteste dei monopolitani, poichè sull’assist di Gambino il pallone aveva già varcato la linea di fondo.
Infine al 90′ Diop (da poco entrato per Moscardelli) sfiora il gol della tranquillità con un colpo di testa deviato in angolo da Pisseri.
Il Lecce così esce tra gli applausi dei 9 mila del Via del Mare, conservando per la terza partita consecutiva la porta di Perucchini inviolata e balzando al quarto posto in solitaria a -3 dalla capolista Casertana.
LECCE (4-4-2): Perucchini; Lepore, Cosenza, Gigli, Legittimo; Doumbia, Papini, De Feudis, Vécsei (dal 41′ s.t. Carrozza); Moscardelli (dal 38′ s.t. Diop), Curiale (dal 17′ s.t. Abruzzese). Allenatore: Braglia.

Leggi anche:  Coquimbo Unido: "carneadi" alla ribalta

MONOPOLI (4-4-2): Pisseri; Luciani, Bei, Esposito, Ferrara; Rosafio (dal 42′ s.t. Canalini), Romano, Tarantino (dal 31′ s.t. Guglielmi, Pinto; Gambino (dal 21′ s.t. Djuric), Croce. Allenatore: Tangorra.

Arbitro: Pagliardini di Arezzo.
Marcatore: Moscardelli al 22′ p.t.
Ammoniti: Pinto, Papini, Cosenza, Vécsei, Romano.

Risultati e classifica Lega Pro Girone C / 9ª giornata

Andria – Ischia 1-2
Casertana – Benevento 2-1
Castelli Romani – Akragas 1-1
Catanzaro – Matera 0-1
Foggia – Messina 2-0
Juve Stabia – Catania 2-1
Lecce – Monopoli 1-0
Martina Franca – Melfi 1-1
Paganese – Cosenza 0-0

Casertana 18, Foggia 17, Messina 16, Lecce 15, Akragas, Cosenza, Benevento 14, Paganese 13, Andria 12, Juve Stabia 11, iSCHIA, Monopoli 10, Melfi 8, Matera 7, Catania, Castelli Romani 6, Catanzaro 5, Martina Franca 4.
(Benevento -1, Martina -1, Matera -2, Ischia -4, Catania -11)

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: