Risultati Premier League, 14° giornata: il Leicester ferma lo United, in vetta anche il City. Pari Arsenal

Pubblicato il autore: Alberto Rossi Segui

Risultati Premier League 10^ giornata

Risultati Premier League

La quattordicesima giornata di Premier League ha lasciato in eredità due squadre in vetta alla classifica: il sorprendente Leicester ed il Manchester City. A queste due avrebbe potuto aggiungersi l’Arsenal che però non ne approfitta ed impatta sul pari nella sfida contro il Norwich.

Il match più atteso era sicuramente quello tra la capolista Leicester, guidato da Claudio Ranieri, e il Manchester United di Van Gaal nel posticipo delle 18:30. Chi si aspettava uno stop dei padroni di casa di fronte ad un avversario tecnicamente superiore è rimasto deluso. Al King Power Stadium i Red Devils non riescono ad andare oltre l’1-1 rimanendo così un punto sotto in classifica ai Foxies, ancora primi a quota 29. Continua a scrivere la storia Jamie Vardy che va a segno per l’undicesima gara di fila in Premier League illudendo il King Power dopo il vantaggio iniziale dei padroni di casa. Nella ripresa, però, ci pensa Schweinsteiger a pareggiare i conti e ad evitare una clamorosa fuga della squadra di Ranieri.

Con il pari del Leicester ne approfitta il Manchester City che regola 3-1 il Southampton all’Etihad. Pochi problemi per la squadra di Pellegrini che dopo venti minuti è già avanti di due reti grazie alle segnature di De Bruyne e Delph. Per i Saints ci pensa Shane Long ad accorciare e a riaprire il discorso ma la rete di Kolarov a venti dalla fine pone fine alle speranze di rimonta.

Nelle altre partite, goleada del Crystal Palace che strapazza 5-1 il Newcastle di McLaren. Gli ospiti vanno avanti grazie alla rete di Papiss Demba Cisse ma a quel punto si scatenano gli uomini allenati dall’ex Alan Pardew. Apre e chiude le marcature la doppietta di McArthur, in mezzo la doppietta di Yannick Bolasie ed il gol di Zaha che peggiorano ulteriormente la situazione del Newcastle. La squadra del Teesyde ha incassato ben otto reti nelle ultime due giornate di campionato dopo il pesante 0-3 casalingo subito dal Leicester la scorsa settimana.

Succede di tutto al Vitality Stadium dove Bournemouth ed Everton danno vita ad un rocambolesco 3-3.  Sembra tutto facile per i Toffies che nei primi trentacinque minuti si portano già sul doppio vantaggio grazie alle firme di Mori e Lukaku ma il cuore dei padroni di casa viene fuori negli ultimi dieci minuti. Prima accorcia le distanze Adam Smith all’80’, poi Stanislas completa la rimonta all’87’. Sembra finita ma l’Everton riesce a trovare il gol del 2-3 al novantesimo con Barkley che sa di beffa per i padroni di casa ma in pieno recupero ancora Stanislas trova un insperato pareggio che fa espoldere il Vitality.

Nel finale si decide anche la sfida tra Sunderland e Stoke City, vinta dai padroni di casa per 2-0. A sbloccare il risultato ci pensa Van Aanholt a otto dal termine e, due minuti dopo, chiude la pratica Watmore. Per lo Stoke, che si ferma dopo due successi consecutivi, pesa sicuramente l’espulsione di Shawcross per doppia ammonizione a cavallo dei due tempi che ha messo in salita per gli ospiti il resto della gara.

Infine, continua la crisi dell’Aston Villa che cade anche in casa contro il Watford per 2-3. Apre Ighalo per il club di Pozzo, il pareggio dei villans porta la firma di Richards ma gli ospiti vanno in fuga nella ripresa grazie all’autorete di Hutton e la rete di Deeney. Inutile il gol della bandiera di Ayew.

Risultati Premier League, le sfide di domenica – Il Chelsea continua a galleggiare tra alti e bassi e nel derby londinese contro il Tottenham la squadra di Mourinho non va oltre lo 0-0. Pari anche tra West Ham e West Bromwich: ad Hampton Park finisce 1-1 con la rete dell’ex laziale Zarate per gli hammers e l’autorete di Reid.
Manca l’aggancio in vetta l’Arsenal che pareggia 1-1 sul campo del Norwich. I gunners passano in vantaggio con il gol di Ozil ma prima dell’intervallo i canarini rimettono le cose a posto grazie a Grabban. Gli uomini di Wenger rimangono così a due lunghezze dalla testa della classifica e ad un punto dal Manchester United.
Avanza di rigore il Liverpool che supera 1-0 lo Swansea grazie alla trasformazione di Milner dagli undici metri. La squadra di Klopp torna così a ridosso della zona europea.

  •   
  •  
  •  
  •