Ruggito Parma: 3-1 al Legnago e 1° posto blindato

Pubblicato il autore: Michele Santoro

parma
Ruggito Parma: 3-1 al Legnago e 1° posto blindato – Dopo il pareggio di Carpi contro la Virtus Castelfranco, il Parma ricomincia la sua marcia verso il calcio che conta con una vittoria per 3-1 contro i veneti del Legnago. Al “Tardini”, Apolloni deve fare a meno delle due punte centrali: Longobardi, che da forfait a causa di una frattura al malleolo rimediata nella precedente partita (stop di 4 mesi per lui), e Guazzo, espulso per somma di ammonizioni, sempre nel match di domenica scorsa; spazio quindi a Melandri e Sereni. Assenze a cui vanno sommate quelle del portiere titolare Zommers, impegnato con la sua Lettonia contro l’Irlanda del Nord, Sowe, anch’egli squalificato per un turno, e Ricci claudicante. Debutto tra i pali dal 1′ per il secondo Fall e per Benassi, che prende il posto di Cacioli in difesa. Tra i veneti invece, occhi puntati su Andrea Broso, attaccante, ex primavera proprio del Parma, e già con 7 gol all’attivo in campionato.

Leggi anche:  Genoa: esonerato Blessin, ecco il nome nuovo sulla panchina

Primi 45 minuti di gioco frizzanti, favoriti anche dal clima mite; pronti via e subito Baraye impensierisce l’estremo difensore legnaghese. Tanto possesso palla per i gialloblù, ma sterile; le occasioni da gol importanti tardano ad arrivare, e per sbrogliare l’intricata matassa ci vuole un colpo di genio, e chi può farlo se non Corapi: proprio quando stanno per scorrere i titoli di coda sulla prima frazione di gioco, la difesa veneta commette fallo dal limite su Adorni; sul punto di battuta si presenta lo specialista Corapi, che con un destro a giro, supera la barriera e le resistenze del Legnago. Secondo gol in maglia crociata per il centrocampista classe ’95, sempre su calcio piazzato. Sul gesto tecnico più bello della gara, si conclude il 1° tempo.

Seconda parte di gare che parte col brivido per il Parma: Rossi serve Broso in area, che batte Fall per il più classico dei gol dell’ex, ma il guardalinee sbandiera, e l’arbitro annulla per fuorigioco. Al rallenty, effettivamente, la punta veneta sembra essere al di là della linea difensiva avversaria. Scossone che sveglia i ducali: al 57′ Corapi cerca la doppietta e la sua prima marcatura su azione, ma se pur ben servito da Baraye, strozza troppo il tiro e manda a lato. Il gol è nell’aria, e arriva al 72′: il bomber di riserva, Melandri, su assist di Lauria, lascia partire un sinistro secco, che colpisce il palo, ma sulla ribattuta il più lesto è ancora l’attaccante parmense che mette in rete un facile tap-in. Sull’onda dell’entusiasmo arriva anche il 3-0: all’83’ Musatti, di testa, impallina il Legnago, e chiude virtualmente la gara. Nel finale sussulto d’orgoglio degli ospiti, che accorciano le distanze con il loro uomo migliore, Broso, che non riesce solo a punire la sua ex squadra; la sua rete rompe l’imbattibilità del Parma che durava ormai da 762 minuti, e in più, questo è il primo gol che i crociati subiscono su azione in campionato.

Leggi anche:  Coppa Italia Serie C, dove vedere Viterbese-Vicenza: diretta TV e streaming

Con questi 3 importantissimi punti, il Parma mantiene il primato e i 4 punti di vantaggio sull’Altovicentino, vittorioso contro l’Imolese. Domenica prossima impegno da far tremare i polsi per i ragazzi di Apolloni, impegnati contro il San Marino, 3° in classifica.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: