Sampdoria, si punta al clamoroso ritorno di Mazzarri

Pubblicato il autore: studioaperto24

walterPER LA PANCHINA DELLA SAMPDORIA SPUNTA L’IPOTESI MAZZARRI, GENOVA – La Sampdoria, ancora alla ricerca di un allenatore dopo l’esonero di Walter Zenga, proverà ancora una volta a fare un tentativo per convincere i fratelli Della Valle a lasciare partire Montella, rinunciando alla clausola rescissoria, ma le possibilità sembrano ormai essersi ridotte ad un lumicino. Neanche l’offerta di contropartite tecniche avrebbe lusingato il club dei fratelli Della Valle, che,  a quanto pare, sarebbero solo disposti a ridurre da 5 milioni a 3 milioni le pretese per la clausola rescissoria, ma non accetterebbero proposte alternative.

Per questo motivo, Massimo Ferrero starebbe già pensando a soluzioni alternative per dare alla società blucerchiata un nuovo allenatore in tempi brevi, approfittando della sosta in campionato per rimettere insieme i cocci di una squadra, che è stata letteralmente presa a pallonate dalla Fiorentina, nell’ultimo match di campionato.
I nomi sul taccuino di Ferrero sono diversi, e annoverano tecnici di rango come Del Neri e Francesco Guidolin, che piace molto anche al Milan, nell’eventualità di un prematuro addio di Mihailovic.

Leggi anche:  Fiorentina-Always Ready, streaming e diretta tv in chiaro? Dove vedere amichevole

Il nome nuovo per la Sampdoria è quello di Mazzarri

Ma il nome che si sta affacciando prepotentemente nelle ultime ore è quello di Walter Mazzarri, uno dei disoccupati di lusso del calcio italiano, ancora in cerca di una squadra dopo l’esonero con l’Inter avvenuto all’inizio della scorsa stagione.
Una soluzione fortemente caldeggiata dall’Inter, che si scrollerebbe di dosso il pesante ingaggio dell’ex tecnico del Napoli, ancora sotto contratto con il club di Tohir, che gli corrisponderà ancora per due anni uno stipendio da 3 milioni di euro netti a stagione. Una cifra che rappresenta comunque un ostacolo anche per il club di Ferrero, disposto a non accordare ingaggi superiori ai due milioni di euro all’allenatore che sostituirà Zenga.

Un vero rompicapo per Massimo Ferrero quello del nuovo allenatore, con gli ostacoli dell’ingaggio e delle clausole rescissorie, che stanno minando il percorso di ricerca di una nuova guida tecnica.
Di certo Ferrero non mollerà la presa per quanto riguarda Montella, e nei prossimi giorni proverà a lusingare i Della Valle con nuove soluzioni alternative, che potrebbero riguardare anche le future cessioni di Soriano o Zukanovic, due giocatori molto appetiti sul mercato, e che potrebbero rappresentare il grimaldello per scardinare le resistenze del club gigliato.

Leggi anche:  Antalyaspor-Napoli, streaming gratis e diretta tv Sportitalia, Sky o DAZN? Dove vedere amichevole

I fischi per Zenga dopo l’esordio amaro in Europa League

La Sampdoria, dopo un avvio convincente, culminato nel successo interno per 2-1 contro la Roma, ha vissuto un periodo difficile, con buoni risultati in casa, ma disastrosi in trasferta. Il rapporto tra Zenga e i tifosi blucerchiati non è mai sbocciato anche per l’esordio horror della sua formazione nella gara di Europa League contro i serbi del Vojvodina, persa per 4-0 che compromise in modo definitivo l’accesso dei blucerchiati al turno successivo.

Zenga non ha mai dato l’impressione di essere in grado di dare quell’organizzazione tattica e quella solidità in mezzo al campo, che erano il fulcro del gioco di Mihailovic nella scorsa stagione.
Nonostante un Eder in formato bomber implacabile, la squadra non è riuscita a venire fuori da una situazione di classifica anonima.
L’anno scorso, con Mihailovic, la Sampdoria occupò costantemente le parti alte della classifica, insidiando anche il terzo posto che sarebbe potuto valere la qualificazione in Champions. L’ipotesi di un ritorno di Mazzarri sarebbe quantomai gradito dalla tifoseria blucerchiata.

  •   
  •  
  •  
  •