Serie B: colpaccio di Crotone e Cesena, la Pro Vercelli espugna Salerno

Pubblicato il autore: Luca Bonaccorso

image

Colpaccio esterno del Crotone di Ivan Juric: Spezia battuto 0-1 grazie alla rete di Stoian su rigore.
Esordio quindi con sconfitta per Di Carlo sulla nuova panchina (i tifosi hanno ringraziato comunque Bjelica con uno striscione): la svolta arriva al 13′ quando, su cross dalla destra di Barberis, Milos tocca col braccio in area di rigore. Rigore perfettamente trasformato da Stoian per il vantaggio ospite: nel primo tempo i padroni di casa spingono ma producono una sola occasione, con Terzi, splendidamente intercettata da Cordaz.
Nella ripresa la squadra di Di Carlo continua a giocare meglio e a tenere il pallino del gioco: al 67′ Ciurria va vicinissimo al pari con un colpo di testa che si spegne però di poco a lato. A due minuti dalla fine Tamas prova a battere Cordaz, ma il risultato non cambia: il Crotone tiene con le unghie tre punti d’oro mentre per lo Spezia c’è la magra consolazione di una partita giocata abbastanza bene e di tanti segnali da cui ripartire.
A fine partita ecco Juric: “La società sta facendo veramente bene su tutti gli aspetti, ti lascia lavorare tranquillo. Prima di me per anni c’è stato un grande allenatore come Massimo Drago col quale la squadra ha espresso un buon gioco. Qui si lavora bene, siamo ambiziosi al punto giusto. E’ un grande orgoglio essere qui davanti, daremo il 100% per tenere il passo. La partita di Coppa Italia contro il Milan è un premio per la società e la città. Scenderemo in campo con lo spirito giusto, sapendo che i valori sono diversi”.

Bella vittoria anche per il Cesena, che non vinceva da tre turni: 1-0 il finale, anche se il risultato poteva essere ben più ampio. Migliore in campo il solito gioiellino Sensi, a dir poco incontenibile e immarcabile: da una sua punizione è nato il gol di Ragusa, ex di turno, che alla fine si è rivelato decisivo. Il Pescara non riesce a reagire neanche nel secondo tempo quando entra Cocco, e devono ringraziare l’imprecisione di Molina, Kone e Succi se il risultato soltanto 1-0 fino alla fine.
A fine partita ecco Drago, tecnico del Cesena: “Il nostro campionato lo dobbiamo costruire gara dopo gara, è chiaro che se i miei ragazzi continuano a crescere come stanno facendo potremmo divertirci. Noi siamo una squadra nuova e dobbiamo continuare a crescere, ci sono formazioni più attrezzate di noi. Siamo contenti di questa vittoria anche se potevamo chiuderla e non lo abbiamo fatto e quando non la chiudi rischi di pareggiarla con un calcio di punizione o un calcio d’angolo, ma va bene così. Eravamo partiti con il vertice alto per mettere pressione al Pescara poi ci siamo risistemati a tre per chiudere gli spazi al Pescara che si stava rendendo pericoloso. Gomis è un ottimo portiere che ha dimostrato di essere bravissimo anche con i piedi”

Bella vittoria della Pro Vercelli in quel di Salerno: dopo 10′ la sblocca Mustacchio, che approfitta di un buco della difesa e batte il portiere. I padroni di casa protestano per un fuorigioco dubbio. La Salernitana attacca alla ricerca del pareggio, che arriva al 63′ grazie a Donnarumma: quando la partita sembrava indirizzata sul pareggio ecco però che ancora Mustacchio, di testa, a 13 minuti dalla fine, segna il gol partita.

Leggi anche:  Dove vedere Chelsea Milan di Champions League, Amazon Prime o Sky?

In classifica il Crotone vola al secondo posto, ad una lunghezza dal Cagliari, mentre il Cesena vola al quarto: ottava piazza per una sempre più sorprendente Pro Vercelli.

  •   
  •  
  •  
  •